Ciclismo: per la ripresa gli allenamenti bisognerà aspettare maggio

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui

Ieri il ministro dello sport Vincenzo Spadafora ha effettuato una videoconferenza stampa con Renato Di Rocco e Paolo Pavoni rispettivamente presidente e direttore generale della federciclismo, dove è stato deciso che la per la ripresa degli allenamenti, i ciclisti dovranno aspettare il mese di maggio, quindi per tutto questo mese di aprile ancora niente agonismo; in realtà la federazione aveva chiesto l’autorizzazione almeno per i corridori professionisti, ma il Ministro ha invitato ancora a pazientare un altro pò di tempo.

Oltre al tema allenamenti al rappresentante del governo sono stati rappresentati i problemi derivanti dal blocco dei calendari, con lo spostamento o cancellazione di manifestazioni di rilievo internazionale a partire dal Giro d’Italia. Al fine di rendere più fluida la ripresa dell’attività, Di Rocco ha informato il Ministro di aver chiesto la sospensione del disciplinare delle scorte tecniche, entrato in vigore all’inizio dell’anno.
Inoltre sono state ricordate le criticità derivanti dal crollo delle sponsorizzazioni e dei contributi degli Enti Locali e illustrato le proposte della Federazione “per il rilancio economico del mondo sportivo, inviate al Ministero per tramite del Coni”.

Vincenzo Spadafora “ha assicurato che il Governo è impegnato a varare ulteriori misure di sostegno all’attività di base, promozionale e dilettantistica, ricordando quanto fatto finora con la costituzione del Comparto Liquidità del Fondo di Garanzia presso l’Istituto del Credito Sportivo e più in generale con il Decreto Liquidità”.

  •   
  •  
  •  
  •