Saugella Monza, il ds Bonati: “Finale difficile contro Galatasaray, ma daremo il massimo. Conegliano la più forte di tutte”

Pubblicato il autore: Francesca.Capone. Segui


SuperNews ha intervistato il direttore sportivo Claudio Bonati della Saugella Monza, squadra che milita nel campionato di Serie A1 di pallavolo femminile. Le ragazze di coach Gasapari si trovano terze in classifica a quota 51 punti, e ieri hanno conquistato un posto per la finale della Cev Cup, che disputeranno contro le turche del Galatasaray. Bonati ha raccontato ai nostri microfoni il percorso realizzato finora dal club, quali siano gli obiettivi stagionali della società e le aspettative per i prossimi match, come quello in programma domenica 7 marzo alle 17.00 contro Scandicci.

Sig. Bonati, inizio con il chiederLe in quali condizioni di salute si trovano staff e squadra. Ci sono attualmente casi di positività al Covid?
Al momento, non abbiamo alcun caso di positività al Covid-19. A dicembre, invece, quasi la totalità dello staff e della squadra aveva contratto il virus, ma ora, fortunatamente, stiamo tutti bene.

Leggi anche:  Giovani D valore, Akileu Ndreca a SN: "Il mio sogno è quello di ottenere in cambio dal calcio tutto quello che do per questo sport"

Domenica 7 marzo affronterete Scandicci, che in campionato si trova al quarto posto della classifica con 45 punti. Come vi state preparando al match?
È una partita che, ai fini della classifica, per noi non ha grande importanza. Tuttavia, la giocheremo al massimo delle nostre possibilità e capacità, dal momento che, dopo tre giorni, ci giocheremo in casa l’accesso alle semifinali di Coppa Italia nei quarti di finale. Siamo tornati ieri sera alle 21.00 da Belgrado, dopo la partita disputata in Serbia, e dunque oggi si riposa, mentre domani cominceremo a preparare il match di domenica. Successivamente, penseremo alla gara di mercoledì.

Dopo la vittoria per 3 a 0 contro le serbe del Trent Obrenovac, Monza è in finale in Cev Cup. Le avversarie saranno le turche del Galatasaray. Le brianzole hanno buone possibilità di portare a casa il titolo?
Si tratta di una sfida divisa tra andata e ritorno, una doppia gara con eventuale golden set. Per questo motivo, è come disputare due finali. Sarà una partita difficile: Galatasaray è una squadra molto forte, ha tradizione e delle giocatrici molto importanti. Noi andiamo con la consapevolezza di potercela fare. Sarà dura, ma ce la metteremo tutta per vincere questa coppa.

Leggi anche:  Giovani D valore, Akileu Ndreca a SN: "Il mio sogno è quello di ottenere in cambio dal calcio tutto quello che do per questo sport"

Come giudica l’operato di coach Gaspari e della squadra arrivati a questo punto della stagione?
Fino a questo momento, gli obiettivi sono stati tutti centrati. Aspettiamo di capire come finirà la stagione per riparlarne, però al momento sono molto contento.

A proposito di obiettivi, quali sono quelli della Saugella Monza? Sono stati raggiunti interamente oppure no?
Le conclusioni si tirano sempre a fine stagione. Ora siamo in linea con ciò che ci eravamo prefissati.

Anche in Coppa Italia, il 10 marzo, incontrerete Scandicci. La Coppa Italia è da considerarsi una competizione a parte rispetto al campionato e, per questo, è possibile che si possa assistere a prestazioni e risultati differenti?
Dipende dal periodo storico in cui si incontrano le squadre. Questo è un periodo in cui noi stiamo giocando bene, così come Scandicci. C’è stato un periodo in cui invece Scandicci era in sofferenza, e magari sarebbe stato meglio affrontarla allora. Direi che in questo momento tutte le squadre hanno un livello alto. Sono alla nostra portata.

Leggi anche:  Giovani D valore, Akileu Ndreca a SN: "Il mio sogno è quello di ottenere in cambio dal calcio tutto quello che do per questo sport"

Lo scudetto è un obiettivo lontano?
Solo Conegliano può perdere lo scudetto. Per come è stata costruita, la considero la squadra più forte di tutte le nazionali al mondo. Non perdono una partita da 50 gare, un motivo ci sarà. Conegliano è la stra favorita per lo scudetto. In ogni caso, se dovessimo arrivare in finale, sicuramente noi ci proveremo. Vedremo cosa succederà.

  •   
  •  
  •  
  •