Diletta Leotta: la “fidanzata ideale”

Pubblicato il autore: Giulio Romano Carlo Segui

Sembrerebbe “stupido” dire che le ragazze al giorno d’oggi trovano noioso “il calcio”, di certo non ci troviamo più negli anni ’70, quando gli uomini in camicia e basette andavano a vedere la partita allo stadio e le fidanzate, compagne o mogli criticavano tale sport conducendo una vita casalinga e asservita a quella logica maschilista che perdurò per tutto il XX secolo. Diletta Leotta invece rappresenta l’esempio di come una ragazza dell’età moderna, del mondo dei social media può interessarsi realmente al calcio, sopratutto “in modo serio” tanto da essere attualmente la giornalista di punta di Dazn. Catanese di nascita, Diletta ha frequentato il liceo nella città etnea, laureandosi in Giurisprudenza nel 2016 a Roma, alla LUISS. Dopo una breve carriera come modella ( fu eliminata alle preselezioni di Miss Italia nel 2009) nel 2010 incomincia la sua carriera televisiva affiancando Salvo Rosa nella trasmissione locale Antenna Siciliana. Dopo essere passata a Mediaset nel 2011, diviene la “punta” di Sky a partire dall’anno successivo, prima su Sky Meteo e poi nel 2014 conducendo RSD Academy su Sky Uno.

Prima ancora del completamento della sua laurea, nella stagione 2015-2016 conduce Sky Serie B e sempre durante l’estate assieme a Ilaria D’Amico conduce gli speciali degli Europei del 2016 ( dove la nostra nazionale allenata da Antonio Conte, fu eliminata dalla Germania ai calci di rigore ai quarti di finale, da ricordare il cucchiaio fallito di Graziano Pellè e il “ballo” trasformatosi in errore dal dischetto di Simone Zaza, la partita si era conclusa ai supplementari con il punteggio di 1-1). Diletta Leotta lascia Sky Sport nel 2018 e arriva a DAZN conducendo il programma ( da Ottobre 2018) Diletta Gol, spesso viene inviata come giornalista sportiva sia per interviste che partite di rilievo. Nel 2020 affianca Amadeus nella conduzione di San Remo, “il Festival della Canzone Italiana”. Inoltre appare anche nel videoclip “Faccio quello che voglio” di Fabio Rovazzi nel 2018.

Giulio Romano Carlo

  •   
  •  
  •  
  •