MotoGP: Jorge Lorenzo il più veloce nei test a Brno

Pubblicato il autore: Mirko Pellecchia Segui

Lorenzo-Brno-Qualifying-2015
Il primo giorno di test della MotoGP sul tracciato ceco di Brno è iniziato nel peggiore dei modi. La prima parte della giornata è andata persa a causa dell’olio presente in pista. Questo ha costretto i commissari a esporre le bandiere rosse e cercare di rendere la pista praticabile.

Dopo la pausa pranzo i team presenti sono finalmente entrati in pista. Il miglior tempo è stato staccato dalla Yamaha M1 ufficiale di Jorge Lorenzo in 1’55″394, il quale è riuscito a staccare di oltre 3 decimi (371 millesimi, per la precisione) il compagno di squadra Valentino Rossi.

Il “Dottore” è l’unico pilota assieme al maiorchino a essere riuscito a rompere il muro dell’1’56”, provando inoltre un nuovo telaio – promosso – e un nuovo forcellone. Con l’addio ormai annunciato di Lorenzo al termine dell’anno, Yamaha ha fatto provare le nuove componenti solo al campione di Tavullia.

Dietro alle due Yamaha ufficiali troviamo le Honda di Marc Marquez e del vincitore del Gran Premio di domenica, Cal Crutchlow. Il divario dalle due moto di Iwata dei due piloti Honda è stato sensibile: 754 millesimi per il due volte iridato della MotoGP e 879 per il britannico del team LCR.

Tanto lavoro sull’elettronica per Maverick Vinales e la Suzuki. Il team nipponico ha sfruttato la prima giornata di prove per preparare le GSX-RR in vista del Gran Premio di Gran Bretagna, che si correrà a Silverstone. Dietro all’iberico, ecco la Yamaha M1 Tech3 di Bradley Smith e la Honda RC213V HRC di Daniel Pedrosa. Lo spagnolo ha denotato ancora enormi difficoltà anche nella prima giornata di prove, a 1″5 dalle due M1 di Lorenzo e Rossi.

Ottavo tempo per Pol Espargaro, davanti a Scott Redding. Undicesimo tempo per Danilo Petrucci, mentre in mezzo alle due Ducati GP15 del team Pramac si è inserito “Tito” Rabat con la Honda del team Marc VDS. Ha chiuso la classifica Alex Lowes, il quale ha disputato un test premio con la Yamaha M1 grazie alla recente vittoria alla 8 Ore di Suzuka. Il divario del britannico dalla vetta è stato di poco superiore ai 4 secondi. Ricordiamo infine che è assente il Team Ducati perché ha preferito andare a girare con Dovizioso e Iannone sulla pista di Misano Adriatico.

Di seguito le parole dei piloti Yamaha:

VALENTINO ROSSI: “All’inizio è stato molto complicato perché la pista era asciutta, ma l’asfalto era molto sporco – dice Valentino – I tempi sul giro sono stati abbastanza alti, con più piloti in azione il tracciato si è pulito e alla fine è stata una buona giornata.
Ci siamo dedicati a qualche piccola novità sul software. Personalmente ho lavorato tanto e provato diverse cose, in particolare il telaio e il forcellone, mi piacciono. Ora dobbiamo capire quando possiamo iniziare ad utilizzarli, in generale è stato un test positivo e ho mantenuto sempre un buon passo.
Abbiamo provato delle nuove gomme anteriori Michelin, mi sono trovato molto bene ma purtroppo saranno in uso per l’anno prossimo.”

JORGE LORENZO: “Abbiamo provato alcune componenti più o meno simili ed alcune di esse ci hanno dato un miglioramento delle prestazioni.
È stato un lunedì positivo perché pensavamo di non poter girare viste le condizioni della pista, sporca in alcune curve. Alla fine il grip è migliorato e abbiamo lavorato bene.

Abbiamo girato con le nuove gomme Michelin 2017 e penso siano meglio di quelle di questa stagione, hanno una maggior aderenza in curva”.

  •   
  •  
  •  
  •