MotoGP Test Sepang, le dichiarazioni dei piloti

Pubblicato il autore: Valentina Segui


Conclusa la prima giornata di test a Sepang i piloti parlano delle loro sensazioni e su cosa hanno lavorato oggi.

Test MotoGP, i commenti dei piloti Honda

La Honda ha portato a Sepang tre moto, la versione 2017, un’altra con telaio 2017 e motore 2018 e infine una con motore e telaio 2018.
Dani Pedrosa, autore del miglior tempo, è soddisfatto del potenziale della sua Honda: “Oggi ci siamo concentrati sui motori. La prima impressione è buona. Il nuovo motore ha un potenziale maggiore, più velocità e consente di avere un maggiore feeling. La moto adesso è più stabile, si muove meno, limitando la perdita di aderenza con gli pneumatici usati.” Pedrosa ha avuto ottimi riscontri anche con la pista bagnata.
Domani ci concentreremo sul motore. Abbiamo anche un nuovo pacchetto aerodinamico, che non so quando proveremo. Continueremo con la messa a punto cercando un miglior equilibrio“.

Leggi anche:  MotoGp, Valentino Rossi: "Misano è una pista bella e difficile, a me piace"

Oggi era solo il primo giorno e abbiamo testato tante cose. Mi sono concentrato sulla forcella, l’elettronica e il motore. Domani mi concentrerò sul telaio e cercherò una buona messa a punto” queste sono le dichiarazione del campione del mondo Marc Marquez. “Il nuovo motore sembra avere un buon potenziale e i tempi di Dani (Pedrosa) lo confermano. è importante iniziare bene, ma il lavoro a Sepang è molto lungo e faticoso non bisogna stressarsi troppo” così il pilota spagnolo commenta la settima posizione in classifica oggi. Marquez ha le idee chiare sul lavoro da svolgere e intende farlo con cautela senza cercare il limite.

Test MotoGP, Rossi e Vinales promuovono le novità portate dalla Yamaha

Valentino Rossi che ha dominato a lungo questa prima giornata di test, ha chiuso in sesta posizione ma soddisfatto: “La prima impressione è buona, sopratutto con la pista asciutta. Stiamo andando nella giusta direzione“.
Il nuovo telaio è un’evoluzione di quello del 2016 e mi piace molto. Abbiamo lavorato nell’accelerazione, elettronica e nel degrado della gomma posteriore. Abbiamo provato diversi motori e non sono male“, commenta così il dottore soddisfatto del lavoro svolto dai giapponesi durante l’inverno.
In tutto il 2017 non abbiamo mai fatto un test così soddisfacente. Mi sono sentito bene per tutto il tempo questo significa che nel test di novembre abbiamo lavorato bene. Sono carico e motivato“, ci sono tutte le premesse perché Rossi rinnovi con la Yamaha per uno o due anni ancora.

Leggi anche:  MotoGp, Valentino Rossi: "Misano è una pista bella e difficile, a me piace"

Maverick Vinales ha cambiato il modo di affrontare i test, non cerca più il giro veloce come faceva lo scorso anno ma si concentra di più sul ritmo: “Oggi è stato una giornata abbastanza positiva. Ho lavorato molto, sopratutto nelle ore più calde per provare con le condizioni che troviamo in gara. Dobbiamo continuare a lavorare sul ritmo, anche se mi sono trovato bene sopra la moto. Nei prossimi giorni potremo ancora migliorare la moto“.
Vinales è soddisfatto del lavoro dei miglioramenti tecnici: “Per il momento non ho provato nessun telaio. Mi sono concentrato sull’elettronica e  diversi tipi di configurazione. Cercheremo di capire meglio le cose“.

  •   
  •  
  •  
  •