Superlega: A Natale la Diatec Trentino si regala tre punti

Pubblicato il autore: Morgana Corti Segui

CEV Champions League
Un Natale “quasi”perfetto per la Diatec Trentino. La gara di Santo Stefano contro la Kioene Padova regala tre punti alla formazione guidata da Lorenzetti, che dopo la sconfitta di Modena contro Ravenna, si trova da sola al secondo posto.
La gara ha visto partire benissimo i ragazzi di Padova, che hanno sbagliato davvero poco e punto dopo punto sono riusciti a conquistare il primo set. I ragazzi di Lorenzetti però si sono svegliati subito dal clima “festivo” e sono rientrati in campo carichi, pronti a dimostrare la forza della loro squadra. Padova non è riuscita a riconfermarsi, mentre la Diatec grazie agli attacchi di un ritrovato Stokr, cha ha sostituito Nelli fermo a causa di un problema agli addominali, è riuscita a portarsi a casa la partita per 3 set a 1. Nonostante fosse un giorno di festa anche questa volta il PalaTrento ha risposto presente, infatti erano circa 4000 i tifosi che hanno passato la giornata di Santo Stefano a sostenere i propri giocatori.

LA GARA– Nel primo set Padova parte subito molto bene portandosi subito sul 5-1 e successivamente sul 15-12 grazie a Milan e alle grandi difese di Balaso. La Diatec commette troppi errori e questo permette alla Kioene Padova di allungare ulteriormente sul 15-21 e di chiudere il set sul 25 a 18, grazie anche agli 11 errori-punto commessi da Trento. Dal secondo set in poi è tutta un’altra storia, i ragazzi di Lorenzetti ritornano in campo carichi e guidati da un Giannelli ispirato in regia e dagli attacchi di Stokr dominano l’incontro.
Il secondo parziale vede subito Trento partire con un netto 4-0, Padova fatica a mettere giù gli attacchi e non riesce a sbloccarsi. La Diatec Trentino domina il parziale e si porta sul 16-7, controllando il finale di set e chiudendolo per 25-14. Il terzo parziale sembra la fotocopia del secondo: 10-4 subito per la Diatec; Padova sbaglia veramente tanto mentre Trento sembra non commettere più errori e questo li porta ad aggiudicarsi anche il terzo set per 25-18.

Leggi anche:  Cev Cup pallavolo femminile, domani parte la bolla di Monza: tutti i dettagli

I ragazzi di Lorenzetti entrano al quarto set ancora più carichi, pronti a portarsi a casa tre punti fondamentali per la classifica. Giannelli sembra ancora più ispirato e firma tre break che portano la sua squadra sul 5-1, complice anche un muro sul palleggiatore avversario Shaw.
I trentini non sbagliano nulla, tirano su tutto in difesa, non sbagliano una palla in contrattacco e sono caricati da un PalaTrento che si esalta e li applaude ad ogni azione. Chiudono il quarto set con un errore in battuta degli avversari per 25-12. Alla fine del quarto set da segnalare l’entrata in campo del secondo libero Matteo Chiappa e dello schiacciatore Tiziano Mazzone.

Il titolo di MVP alla fine se lo guadagna Stokr con ben 24 punti, mentre Giannelli chiude in doppia cifra con 10 punti.

Leggi anche:  Champions league pallavolo femminile: bolla di Nantes per Conegliano, ecco il programma

DIATEC TRENTINO-KIOENE PADOVA 3-1 ( 18-25; 25-14; 25-18; 25-12)

DIATEC TRENTINO: Giannelli 10, Urnaut 8, Solé 12, Stokr 24, Lanza 7, Van De Voorde 4, Chiappa (L), Colaci (L), Blasi 0, Mazzone T. .  N.E. O.Antonov, Mazzone D., Burgsthaler. All. Lorenzetti.

KIOENE PADOVA: Shaw 4, Maar 7, Koncilja 2, Milan 14, Fedrizzi 10, Volpato 2, Bassanello (L), Balaso (L), Sestan 0, Averill 3, Zoppellari 0. N.E. Link, Giannotti. All. Baldovin.

LE PAROLE DEI PROTAGONISTI:
JAN STOKR-
“Sono molto contento per questa prova, per la prima metà del campionato ho sofferto tanto perché mi trovavo in difficoltà in attacco. Devo ringraziare Giannelli perché ho trovato in fretta il ritmo giusto anche grazie ai tanti palloni che ho ricevuto. Di conseguenza poi è stato più facile ritrovare la battuta e portare a casa i tre punti che volevamo”.

Leggi anche:  Sir Safety Conad Perugia, si apre la settimana della Coppa Italia

VALERIO BALDOVIN (COACH PADOVA)-“Nel primo set siamo entrati bene in gara grazie al servizio, permettendoci di lavorare bene nella correlazione muro-difesa. Purtroppo fatichiamo a trovare ritmo di gioco, ma oggi Trento ad un tratto è stata bravissima a non concederci più nulla. Abbiamo dei picchi di buona pallavolo ma dobbiamo trovare una continuità tecnica che ancora ci manca”

  •   
  •  
  •  
  •