Volley femminile Coppa Cev, alla Pomì non riesce la remuntada

Pubblicato il autore: Antonio Villani Segui


Era attesa da una prova davvero difficile la Pomì Casalmaggiore nel ritorno dei quarti di finale di Coppa Cev, provare a ribaltare lo 0-3 subito in casa all’andata contro le tedesche del Ssc Palmeberg Schwerin . La partita non e’ andata così come si sperava, a imporsi sono state nuovamente loro vincendo davanti ai propri tifosi 3-1, male in avvio Casalmaggiore che subisce il 25-18, reazione delle ragazze di Cristiano Lucchi capaci di pareggiare il conto dei set, 20-25, niente da fare pero’ per la Pomì costretta a subire nel terzo il ritorno delle tedesche con uno schiacciante 25-15 e sconfitta finale con risultato nel quarto set di 28-26.
Un’annata storta quella della Pomì che saluta la Coppa Cev ai quarti di finale, avanzano nella competizione le tedesche che affronteranno in semifinale l’Eczacibasi Istanbul .
Si diceva di una stagione iniziata male con il divorzio in Novembre da coach Abbondanza, l’arrivo in panchina di Cristiano Lucchi che ha tentato di invertire la rotta, molte le fasi del campionato nel quale sembrava la Pomì fosse sulla strada buona per uscire dal periodo nero , ma si trattava evidentemente di fuochi di paglia dal momento che puntualmente si ripresentava la crisi di risultati.
D’obbligo per il resto della stagione resettare in fretta, da andare ad acciuffare ora resta quell’ottavo posto in classifica che significa accesso ai play-off, ci sara’ pero’ da fare i conti con Firenze.

Leggi anche:  Pallavolo femminile A1, si dividono le strade di Busto Arsizio e Marco Fenoglio
  •   
  •  
  •  
  •