Rugby, calendario internazionale: le parole del vice presidente Bernard Laporte

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui

 

Nelle ultime ore l’ufficialità del rinvio dei Test Match di luglio 2020 ha creato parecchie polemiche nel mondo del rugby, soprattutto sono giunte voci di corridoio che si vorrebbe uniformare il calendario internazionale per le prossime stagioni.

Per parlare di tutto ciò è intervenuto agenzia di stampa francese “Agence France-Presse“, il neo vicepresidente francese di World Rugby Bernard Laporte che ha detto il suo pensiero su questo tema importante.

Rugby, Bernard Laporte

Sapevamo che sarebbero stati cancellati, prendendo come esempio quello della nazionale francese, ci sono stati come l’Argentina che hanno chiuso i loro confini sino a settembre e questo ha impedito ovviamente il tuttoCi sarà attendere, ma ora la nostra attenzione, il nostro punto interrogativo diventa la finestra fra ottobre e novembre: saremo in grado mandare le squadre dell’Emisfero Nord nell’emisfero Sud e viceversa? Lo sapremo realisticamente a metà giugno ma al momento questa possibilità sembra compromessa”.

Non vogliamo abbandonare le nazioni dell’Emisfero Sud, anche se questo andrà con dispiacere a toccare i club dell’Emisfero Nord.
Capisco che tutti stiano cercando di imporre le loro linee all’interno del calendario ma non possiamo lasciare morire le Federazioni. Non possiamo dire di no all’Emisfero Sud, perchè in programma vi sono delle gare di club
“.

Dobbiamo aiutare chi si trova in difficoltà economica, qualora invece ci impedissero di muoverci, si aprirebbero scenari differenti. Capisco le esigenze e la volontà dei club di giocare le competizioni a loro riservate, ma va trovato un terreno comune. A fine giugno prenderemo una decisione“.

 

  •   
  •  
  •  
  •