ATP Marsiglia: Simon supera Monfils, il titolo è suo

Pubblicato il autore: Matteo Agostini Segui

simon marsiglia
L’Open 13 di Marsiglia va a Gilles Simon per la seconda volta, dopo la vittoria dell’ormai lontano 2007. Allora a cedere in finale era stato Marcos Baghdatis, quest’oggi Simon ha invece avuto la meglio su Gaël Monfils, trionfando in una domenica dal sapore tutto transalpino. Davanti al pubblico di casa, i due giocatori (e amici) si sono contesi il titolo fino al tie-break del terzo set, rispettando in pieno le aspettative del pubblico, desideroso di godersi un match combattuto e appassionante tra due tennisti dalle qualità molto diverse. Nel primo logorante parziale è la regolarità del giocatore di Nizza a prevalere: inizialmente è Monfils a trovare il break, sull’1-1, ma un Simon solidissimo recupera immediatamente lo svantaggio e non permette quasi mai al suo avversario di accorciare gli scambi, lavorandolo il più possibile ai fianchi. Monfils gli tiene testa più che può, guadagnandosi anche 3 palle break, tutte annullate, sul 3-3, e cedendo solamente nel decimo gioco, quando il gioco sfiancante di Simon dà i suoi frutti: 6-4 il risultato in suo favore. L’inizio del secondo set è una fotocopia del primo, con Monfils che trova il break sull’1-1: l’ora di gioco precedente ha però scaricato Simon, che stavolta non trova la forza di reagire e che vede il suo avversario scappare sul 4-1. Il terzo set appare inevitabile, l’aggressività e l’esplosività di Monfils ora prevalgono decisamente e il parigino può chiudere 6-1 senza problemi.
Ogni parziale nel tennis fa tuttavia storia a sé, ed ecco che nel terzo ritroviamo un Simon nuovamente centrato e solido. Siccome Monfils è ormai pienamente in partita, questo risulterà il set più equilibrato e combattuto: dopo il break iniziale di Simon, Monfils si riporta sotto e continua nei suo tentativi di velocizzare il gioco per sorprendere il suo avversario, in quanto sa perfettamente che più il match si prolunga e più il tennis regolare di Simon ha probabilità di risultare vincente. Il nizzardo infatti non cede di un punto e il tie-break diventa la logica conclusione di un parziale serratissimo. Anche il Jeu Décisif segue lo stesso copione, con Monfils deciso a scappar via (si porta subito 2-0) e Simon sempre solido a rispondere; il nizzardo recupera lo svantaggio e trova a sua volta un guizzo, che risulterà decisivo, per portarsi 4-2. Monfils lotta fino al 4-5, ma alla fine la pressione dell’avversario lo manda fuori giri. Simon chiude dunque 6-4, 1-6, 7-6 (4) e conquista il suo 12esimo titolo ATP: la vittoria gli mancava da Metz del settembre 2013.

  •   
  •  
  •  
  •