Italia hockey su ghiaccio ai mondiali 2017: non ci siamo

Pubblicato il autore: Francesco Morano

I mondiali 2017 IIHF di hockey su ghiaccio non sono iniziati bene per l’Italia. La nazionale sta affrontando davvero un periodo orribile.

È vero, il girone A è il classico “girone di ferro”, all’interno vi sono tante selezioni di elite tra cui Russia e USA. Al momento, però non va.

Tre gare sono state affrontate dalla compagine italiana e purtroppo 3 sconfitte. La prima avvenuta contro la Russia il 7 maggio 2017 è stata una “caporetto”: è finita 10 a 1 a favore dei russi. Al di là della sconfitta pesante in sè, è brutto vedere una squadra che ad un certo punto si arrende e non lotta più. Ci possono essere anche dei divari tecnici ma vogliamo vedere una squadra aggressiva e con l’atteggiamento giusto, poi si può anche perdere ma lo si fa con onore.

La seconda gara è stata invece giocata con il cuore e le gambe. La squadra c’era ed ha combattuto con l’anima e la forza di un leone. Nello sport però alle volte combattere e impegnarsi non basta. Sarebbe stato più che giusto un pareggio ma un tiro galeotto sul finale riesce a far prevaricare la nazionale della Lettonia. La gara termina 2 a 1, ma l’Italia ne è uscita a testa alta.

Il terzo incontro del girone è stato contro i temuti Stati Uniti. La partita è finita 3-0 per gli USA, un’altra sconfitta. C’è però una grande differenza tra questa netta sconfitta e quella della Russia, la determinazione. La nostra Italia non ha mai mollato durante questa gara. Anche sul finale ha cercato fino all’ultimo di segnare e rimanere in gara. Altra dimostrazione dello spessore e della convinzione che la nostra Nazionale sta acquisendo. Sono necessari ancora un po’ di consapevolezza nei propri mezzi, oltre ad altri fattori, ma soprattutto questo.

Per il quarto incontro la nazionale italiana affronta la compagine svedese. Avversaria dura da battere, infatti molti giocatori sono delle stelle sia nei campionati europei che nella NHL.

Durante il primo tempo della partita la Svezia è andata subito in vantaggio 2 a 0 nei primi 10 minuti. La nostra squadra ha provato a reagire e a costruire il gioco, ma non c’è stato nulla da fare. Nonostante il vantaggio guadagnato abbastanza velocemente dalla squadra avversaria l’Italia si è chiusa in difesa in attesa di poter approfittare di un errore avversario.

Il secondo tempo è quello più duro. L’italia però reagisce e riesce ad infilare un goal con Giovanni Morini come marcatore. Questo non fa piacere alla Svezia, e inizia un attacco pesante che culmina con il goal di Jonas Brodin. Il secondo periodo termina quindi 3 a 1 per la compagine svedese.

Purtroppo per l’Italia il terzo periodo è quello della disfatta. Inizia subito Lindholm segnando il 4-1 con l’aiuto di un rimbalzo fortunato. Questo goal mette sotto shock la nazionale azzurra che da qui in avanti inizia a subire le pressioni dell’avversaria. Omark trova la rete ed è 5-1. Klingberg, seguito da Eriksson Ek, e poi di nuovo Klingberg segnano un goal all’Italia facendo terminare la gara sul punteggio di 8-1. 

Peccato perché nonostante i due goal di vantaggio la nostra nazionale era riuscita a tenere testa, ma adesso bisogna pensare al futuro. Serve una vittoria e serve subito, è importante raggiungerla per non retrocedere dalla prima divisione. Non resta che attendere la prossima sfida che sarà con la Germania domani 13 Maggio alle 20.15

 

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •