Basket serie A2 girone est: la Pompea Mantova stende la Tezenis Verona

Pubblicato il autore: Francesco Grandi Segui


Gli Stings centrano la seconda vittoria consecutiva casalinga dopo una partita giocata col cuore, decide una tripla di Ferrara. Verona cerca invano l’allungo decisivo durante l’ultimo quarto, ma la Pompea riesce a stare in scia e a portare a casa l’incontro 77-76.

Nel primo quarto partenza sparata delle due squadre che segnano a raffica, partita molto equilibrata nella prima parte con vantaggio Pompea con delle belle triple di Veideman e Raspino per i virgiliani , mentre Candussi e Amato provano a tenere in scia i veronesi. Pochi falli in questo periodo, partita molto fluida che si sviluppa sulla fase di attacco in prevalenza da entrambe le parti. Il punteggio finale del quarto è 21-19 per i mantovani che sembrano molto in fiducia e sono ripartiti da dove avevano finito contro Udine, con un gran temperamento e una gran voglia di vincere. Verona è in scia e prova le proprie combinazioni con Candussi e Ferguson.

Nel secondo quarto la partita rimane equilibrata come nel primo periodo, i virgiliani sempre trascinati da una spettacolare regia di Veideman, 12 punti per lui. Verona si affida a Poletti, Amato e Severini. E’ un match punto a punto, nessuno riesce a prevalere nettamente per ora: la Tezenis prova a scappare dopo la metà del periodo, ma la Pompea non ci sta, molti falli sotto canestro portano le squadre a tirare parecchi tiri liberi, il punteggio all’intervallo lungo è 40-39 per i padroni di casa.

potrebbe interessarti ancheFinal Eight di Coppa Italia: Road to glory, sfida finale tra le 8 contendenti (2° parte)

Nel terzo periodo parte forte Verona che allunga sul 50 a 46 caricando di falli il play titolare della Pompea Maspero. Mantova si riporta sotto con Ghersetti, una schiacciata in contropiede di Visconti e un tap in sempre dell’ex Tezenis pareggiano l’incontro sul 58 pari alla fine del periodo. Una partita vibrante con una Pompea mai doma, che riesce per il momento a respingere gli attacchi e gli allunghi veronesi di Poletti ed Hederson.

Nel quarto periodo è la Pompea a partire forte con un + 5 subito recuperato da Verona con due triple di Amato: la Tezenis prende in mano la partita o almeno sembra perchè i virgiliani non sono mai domi. 74 pari a 1’40 dal termine, la partita è al cardiopalma, punto a punto, poi una tripla di Ferrara spezza l’equilibrio sul 77-76: Ghersetti ha due liberi per chiuderla ma li sbaglia entrambi. Verona ha in mano la palla della vittoria, ma sbaglia il tiro da sotto e il derby va a Mantova.

Coach Dalmonte (Tezenis) nel post match: “Purtroppo abbiamo perso  e la differenza l’ha fatta un canestro, complimenti a mAntova, noi dobbiamo ripartire subito anche perchè non c’è tempo”

potrebbe interessarti ancheFinal Eight di Coppa Italia: Road to glory, sfida finale tra le 8 contendenti (1° parte)

Coach Finelli (Pompea): ” Un plauso ai miei ragazzi che sono davvero speciali, dai nostri giovani come Ferrara e Visconti, ai nostri veterani Ghersetti, Veideman e Raspino: oggi è satat una festa per Mantova, per lo sport mantovano, un grazie al pubblico numeroso e molto partecipe. Noi siamo una squadra giovane, che da risponsabilità in campo a questi ragazzi”

Pompea Mantova:
Guerra, Veideman 16, Morse 6,  Poggi 3,Raspino 12, Visconti 16, Ferrara 5, Ghersetti 15,  Maspero 2,Tosi
All. Finelli

Tezenis Verona:
Dieng, Ferguson 12, Poletti 15, Amato 20, Guglielmi, Candussi 7, Hederson 9, Quarisa 2, Severini 6,  Ikangi 6
All. Dalmonte

notizie sul temaDinamo nel caos: Il tremendo stop con Torino lascia il segno. La coppia Sardara-Esposito scoppia, arriva Pozzecco alla vigilia delle Final Eight. Tifosi increduli e in subbuglioBasket Serie A1, Dinamo Sassari: Vincenzo Esposito si dimette, al suo posto Gianmarco PozzeccoSerie A basket, Grissin Bon: esonerato coach Cagnardi. I possibili sostituti
  •   
  •  
  •  
  •