Groves vs Eubank Jr: le dichiarazioni alla vigilia della Battle of Britain, tra accuse di gelosia ed affari di famiglia

Pubblicato il autore: Luca Santoro Segui


Mancano pochi giorni all’atteso match Groves vs Eubank Jr, valido per la semifinale delle World Boxing Super Series con in palio l’ambito trofeo intitolato a Muhammad Alì ed una borsa di 25 milioni di euro per chi trionferà.
Il 17 febbraio alla Manchester Arena andrà quindi in scena la Battle of Britain tra il londinese George Groves (27-3, 20 KO), detentore della cintura WBA dei pesi supermedi, e il figlio d’arte Chris Eubank Jr, dall’East Sussex, pugile della nuova generazione (26-1, 20 KO), campione a sua volta del titolo IBO di categoria che difende dal 2017 e che gli ha consentito l’accesso alle Super Series.
Come in ogni grande match che si rispetti non mancano le frecciatine più o meno allusive e più o meno pesanti rivolte all’avversario, in attesa che si disputi sabato la main card in cui non solo i due pugili lotteranno per l’accesso alle finali ma in cui lo stesso Groves si giocherà la sua cintura di campione del mondo. Chi vincerà affronterà uno dei due contendenti dell’altra semifinale, Callum Smith (23-0, 17 KO) oppure il tedesco Juergen Braehmer (49-3, 35 KO).

potrebbe interessarti anchePhil Lo Greco VS Amir Khan, il match oggi 21 Aprile

Groves vs Eubank Jr, le dichiarazioni: “Sabato mi prendo la tua cintura”, “Non sei al mio livello”

Tieniti stretta la tua cintura, dormici pure accanto, perché sabato tornerà a casa da me” ha dichiarato Eubank jr nella conferenza stampa prematch di oggi. Per il boxeur che ha iniziato la sua carriera nei pro dal 2011 se non è l’occasione della vita poco ci manca: se il suo avversario ha una solida carriera alle spalle e sostanzialmente nulla più da dimostrare, Junior invece si trova di fronte “al più grande match” della sua vita, come lui stesso ha ammesso. I due, praticamente coetanei (29 anni uno, 28 l’altro), si trovano però su sponde caratteriali opposte per quanto riguarda l’avvicinamento ad un incontro: più diplomatico e “saggio” Groves, più irruento, al limite della presunzione, Eubank.
Saint George conta nella sua esperienza l’essersi trovato a combattere in arene piene all’inverosimile, come quando nel 2014 incrociò i guantoni nel rematch contro Carl The Cobra Frock, in uno Stadio Wembley che per l’occasione ospitò 80.000 persone. Groves, che ha affrontato e sconfitto anche il nostro connazionale Andrea Di Luisa, contro Frock rimediò due sconfitte tali dover ricostruirsi la carriera; con il senno di poi ammette di aver ecceduto nelle promozioni prematch.
Rischi di alienarti i tifosi, che avrebbero reso la situazione più difficile dopo una vittoria; vinci con enfasi e la gente presto dimenticherà” è la tesi di Groves, “ma se perdi cadrai malamente in disgrazia. Mi sono beccato quella sconfitta (contro Frock, ndr) come insegnamento, perché dovevo misurarmi contro combattimenti adatti a me“.
E all’avversario di sabato offre un consiglio non richiesto: “Ora mi sento in una buona posizione, con la mia cintura e il mio sogno che si è avverato, e che devo solo capitalizzare. Junior forse sta guardando oltre questo match, esattamente come feci io con il secondo incontro con Froch, non perchè considerassi scontato l’esito ma perché sentivo di poter gestire il match“. Secondo Groves troppe pubbliche relazioni, invece, lo portarono all’incontro stanco e sfibrato, mentre Eubank deve capire, a suo dire, che non è ancora il suo momento e che deve volare basso.

potrebbe interessarti ancheAdrian Broner VS Jessie Vargas, il match oggi sabato 21 Aprile

Apostrofato come Insta-Boy dal suo avversario per la tendenza ad essere molto social, Junior ha invece accusato Groves di essere geloso, di volersi trovare nella sua posizione e avere lo stesso seguito di fan sui social network. Ma il campione WBA (titolo conquistato a maggio contro il russo Fedor Chudinov, e che sabato si troverà alla sua seconda difesa) considera Eubank un avversario come un altro, uno “step all’interno del mio viaggio“, sentendosi il legittimo detentore del titolo mondiale, il “numero 1 nel seeding di questo torneo“.
D’altronde Saint George ha combattuto per ben cinque volte per un titolo mondiale mentre Junior, che ha solo un anno in meno, si ritrova davanti alla sua prima occasione di prestigio per una cintura internazionale. Groves ha aggiunto infatti che il suo avversario è si un ottimo brand, ma ancora da testare sul ring contro avversari importanti come lui medesimo, definitosi il passo più lungo della gamba per Eubank. E imputa a quest’ultimo il fatto di non aver un allenatore di peso, giacché è seguito dal padre (Eubank Senior, già campione del mondo dei medi e dei supermedi nel 1990) e dall’ex pugile britannico Ronnie Davies.
I toni dello scontro verbale, in questa ultima conferenza prematch, si sono comunque tenuti su un livello abbastanza civile. Ma quando ai due è stato chiesto che reazione avrebbe potuto avere l’avversario davanti alla sconfitta, Eubank ha previsto un prepensionamento per Groves, mentre quest’ultimo ha gelidamente sentenziato: “Come reagirà Junior in caso di sconfitta? Darà la colpa a suo padre“.

notizie sul temaBoxe: Emanuele Felice Blandamura vs Ryota Murata, analisi del match del 15 AprileBoxe, Joshua – Parker: dove vedere il match in diretta tv e streamingBoxe, Parker vs Joshua: i motivi per cui puntare su Joshua
  •   
  •  
  •  
  •