Speciale SN: E’ Immobile il calciatore più cinico della Serie A

Pubblicato il autore: Lorenzo Cimmino Segui

“Parte il tiro… ed è GOL!” sono le parole che ogni tifoso sogna di ascoltare quando il proprio idolo calcia il pallone verso la porta. Se ad ogni tiro corrispondesse una rete anche lo stadio del Verona, il club di Serie A che calcia di meno in porta, esploderebbe di gioia all’incirca ogni 10 minuti. La maggior parte delle volte a negare questo momento d’entusiasmo del pubblico è la smanacciata del portiere, la ribattuta del difensore, la respinta del palo o della traversa. Ne viene fuori che la freddezza al tiro e il cinismo sotto porta sono tra le più importanti caratteristiche per un calciatore indipendentemente dal ruolo che ricopre nel club.

In questo speciale la redazione di SuperNews ha realizzato uno studio per scoprire la precisione al tiro delle squadre di Serie A e dei calciatori che ne fanno parte. Per stabilirlo abbiamo diviso il numero di reti segnate da ogni compagine considerata con il rispettivo numero di tiri totali effettuati. Abbiamo fatto la stessa operazione con i singoli giocatori ma per rendere più valida ed affidabile la nostra analisi, sono stati introdotti dei requisiti minimi che escludono da questa speciale classifica i calciatori che contano meno di 10 presenze e che hanno completato meno di 10 tiri.

Dai risultati della ricerca è emerso che la squadra più cinica della Seria A è la Lazio: i biancocelesti hanno infatti tirato 251 volte verso la porta avversaria realizzando ben 56 reti in 21 partite giocate, oltre 1 tiro su 5 riesce a bucare la rete avversaria. La Lazio si aggiudica il primato con oltre il 22% di possibilità che un proprio tiro si trasformi in gol. Nella Top 5 delle squadre più ciniche troviamo la Juventus al secondo posto con una percentuale del 18,6%, seguono a sorpresa Sampdoria, Udinese e Bologna. Tra le grandi escluse il Napoli è soltanto sesto, l’Inter ottava e la Roma undicesima addirittura dopo la Spal. Ma a cosa è dovuto questo slittamento in classifica?

potrebbe interessarti ancheMercato Milan: non solo Immobile per l’attacco, spunta l’idea di uno scambio con la Juventus
SquadreGolTiri TotaliRapporto
Gol/Tiri Totali
Lazio5625122.3%
Juventus5026918.59%
Sampdoria4022917.47%
Udinese3420916.27%
Bologna2617414.97%
Napoli4530814.61%
Atalanta3123313.3%
Inter3628112.81%
Torino2922712.78%
Spal2217312.72%
Roma3228311.31%
Verona1816111.18%
Cagliari1917610.8%
Fiorentina3029010.34%
Chievo2120710.14%
Milan272899.34%
Crotone161779.04%
Genoa161878.56%
Sassuolo142216.33%
Benevento132086.25%

Lazio, una difesa di goleador e un centravanti con il “killer instinct”
La Lazio, dati alla mano, è la squadra più prolifica della Serie A con una media di 2,65 reti ogni 90 minuti, ma c’è di più, i biancocelesti infatti sono anche i più cinici nel trasformare i tiri effettuati in gol e si aggiudicano il 1° posto della nostra speciale classifica. Oltre il 22% delle conclusioni della squadra di Inzaghi vanno a segno e questo è sicuramente merito degli straordinari assist di Luis Alberto e Milinkovic-Savic ma anche della freddezza che i giocatori hanno dimostrato di fronte ai portieri avversari. Con un gol ogni tre tiri fatti, Immobile risulta essere l’attaccante più cinico del campionato, se si considerano solo i centravanti con almeno 10 tiri compiuti. Il merito della freddezza sotto porta della squadra non è tutto del bomber napoletano. Le armi in più di Inzaghi sono De Vrij e Bastos che assieme hanno totalizzato ben 7 gol in 20 partite; un bel bottino se si considera che il compito che spetta di solito ai difensori centrali è quello di recuperare palla. L’olandese è inoltre il difensore più preciso in Serie A sotto porta: ben 3 reti a fronte di soli 4 tiri. L’angolano, con 4 reti e 8 tiri, si piazza sul podio in terza posizione subito dopo Koulibaly. Inzaghi con l’acquisto di Caceres avrà a disposizione un altro difensore con il vizio del gol: 3 le reti messe a segno con il Verona in questa stagione e oltre il 23% di possibilità che un suo tiro possa tramutarsi in gol. La Lazio è al 7° posto per numero di tiri in porta ma ormai è chiaro: lasciarla libera di trovare gli spazi giusti per effettuarli può essere un grave errore per le retroguardie avversarie, considerando che oltre 1 tiro su 5 si trasforma in rete.

AttaccantiGolTiri TotaliRapporto
Gol/Tiri Totali
Immobile206132.79%
Icardi185731.58%
Antenucci62227.27%
Quagliarella166026.67%
Paloschi, Pazzini41526.67%
Dybala145625%
Zapata, Thereau62524%
Iago Falque83423.53%
Destro52222.73%
Higuain94719.15%

Dybala e Bernardeschi i più cinici, male Pjanic e Higuain
Al 2° posto della nostra speciale classifica figura la Juventus che, con 264 tiri in porta e 50 gol segnati, possiede la percentuale di realizzazione tiri/gol migliore dopo la Lazio. Nonostante Allegri lo abbia impiegato con il contagocce, il più “cinico” centrocampista della Vecchia Signora è sicuramente Federico Bernardeschi con la media del 25% nel rapporto gol su tiri. A centrocampo bene anche Khedira che, con poco più del 23%, occupa insieme al giallorosso Perotti il quinto posto nella classifica specifica dei centrocampisti. Ottavo posto nella classifica degli attaccanti per Dybala che, con 56 tiri e 14 gol, raggiunge soglia 25% a differenza del connazionale Higuain che si piazza invece al 10°. Male Pjanic (11,7%) e Mandzukic (14,3%), rispettivamente nelle specifiche classifiche dei centrocampisti e degli attaccanti, al ventesimo e ventiduesimo posto. Benatia invece, con 2 gol su 9 tiri, è il difensore più preciso della Juventus.

CentrocampistiGolTiri TotaliRapporto
Gol/Tiri Totali
Cristante62227.27%
Barella31127.27%
Bernardeschi, Linetty31225%
Barak62623.08%
Khedira, Perotti31323.08%
Zielinski41822.22%
Torreira31421.43%
Milinkovic-Savic73619.44%
Joao Pedro52619.23%
Cuadrado31618.75%

Le sorprese del campionato: Sampdoria, Udinese e Bologna 
La Samp di Marco Giampaolo occupa a sorpresa la terza posizione della nostra speciale classifica. Il merito è sopratutto dell’instancabile Fabio Quagliarella che, realizzando 16 gol su 60 tiri, si piazza al quarto posto nella classifica generale degli attaccanti e del bomber colombiano, Duvan Zapata che, con 6 gol  su 25 tiri, si colloca tre posizioni dietro il suo compagno di reparto. Significativo anche il contribuito di Dawid Kownacki, 3 gol a fronte di soli 8 tiri, che se non avessimo considerato il requisito minimo di 10 tiri effettuati sarebbe entrato di diritto a far parte della nostra Top 10. Ottimo anche l’apporto del centrocampo doriano, Karol Linetty infatti ha totalizzato 3 gol su 12 tiri (25%), raggiungendo il terzo posto nella classifica specifica dei centrocampisti .

potrebbe interessarti ancheLazio, Tommaso Paradiso attacca Strakosha: “Il peggior portiere della Serie A”

Segue l’Udinese di Oddo che che con 34 reti segnate su 209 tentativi si piazza in quarta posizione con circa il 17%. Per i friulani spiccano i nomi dei difensori Widmer e Samir: lo svizzero e il brasiliano hanno segnato entrambi 2 reti su 5 tentativi (40%); da segnalare anche il contributo del centrocampista ceco, Barak, realizzatore di 6 marcature su 26 tiri, in quarta posizione nella classifica dei centrocampisti.

Chiude la nostra classifica il Bologna di Donadoni che conquista l’ultimo gradino della top 5 sopratutto grazie all’apporto di Mattia Destro, 22 tiri effettuati e 5 gol. L’ex Milan e Roma risulta essere più preciso persino del Pipita Higuain. Avendo tirato solo 5 volte in tutto il campionato non rientra nella nostra classifica Okwonkwo; il nigeriano nonostante i pochi tentativi è riuscito a trovare la via della rete addirittura 3 volte (60%).

Le grandi escluse: Napoli, Roma e Inter
Sorprendentemente nella nostra speciale classifica il Napoli si piazza al sesto posto mentre l’Inter e la Roma rispettivamente all’ottavo e l’undicesimo, ma per quale motivo sono così indietro? La risposta è molto semplice: ci sono alcuni giocatori che nonostante arrivino al tiro molto spesso tendono ad avere una scarsa propensione al gol. I nomi più importanti che vengono fuori dalla nostra analisi sono quelli di Candreva, Dzeko e Insigne. L’esterno dell’Inter è il peggiore in assoluto: 36 tiri e 0 reti segnate. L’attaccante della Roma, con la valigia pronta, è invece il 1° giocatore in Serie A per numero di tiri, ben 80 in 21 partite. Con una percentuale di poco superiore al 12% di gol/tiri, si piazza al ventiquattresimo posto della specifica classifica degli attaccanti. Il bosniaco è anche il quarto giocatore per numero di tiri in Europa, lo precedono solo Ronaldo, Messi e Kane. Peggio del bosniaco, soltanto Lorenzo Insigne: 75 tiri in stagione a fronte di 5 reti messe a segno; con uno score del 6,67%, l’attaccante napoletano occupa il 38° posto della nostra classifica. Interessante notare che Insigne risulta 5° per numero di tiri effettuati in tutta Europa subito dietro Dzeko ma con una capacità realizzativa persino minore. Tra i partenopei bene Zielinsky, 6° nella classifica centrocampisti con oltre il 22%, ancora meglio invece Koulibaly che, con 4 gol su 7 tiri, supera quota 57%. Per quanto riguarda la Roma da segnalare Gerson che, sebbene abbia fatto un numero di tiri inferiore alla quota minima da noi fissata per includerlo in classifica, possiede una percentuale che supera il 33%. Meglio di lui, tra i centrocampisti esclusi, soltanto Obi con 3 gol su soli 7 tiri e una percentuale del 42,8%.

notizie sul temaMercato Milan, per l’attacco sale Immobile: il laziale primo obiettivo dei rossoneriCalciomercato Milan, Ciro Immobile il sogno per l’attaccoROME, ROMA - NOVEMBER 26: Stefan De Vrij of SS Lazio celebrates a opening goal with his team mates during the Serie A match between SS Lazio and ACF Fiorentina at Stadio Olimpico on November 26, 2017 in Rome, Italy. (Photo by Marco Rosi/Getty Images)De Vrij da incubo contro l’Inter: rigore su Icardi, lacrime e addio
  •   
  •  
  •  
  •