Bologna, è iniziata l’era targata Pippo Inzaghi

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Filippo Inzaghi – Foto originale Getty Images© selezionata da SuperNews

Si volta pagina a Bologna. Dopo due stagioni e mezzo sotto la guida di Roberto Donadoni, la compagine rossoblù cambia timoniere ed in panchina è pronto a sedersi Filippo Inzaghi. “Superpippo”, nella giornata di ieri, si è recato assieme al suo staff tecnico, al centro sportivo di Casteldebole, con lo scopo di iniziare a prendere contatto con quelle che saranno le strutture in cui, da qui a qualche settimana, inizierà a svolgere il suo lavoro da allenatore dei felsinei. Nota curiosa della giornata, è stato l’incontro con l’ex Presidente del Consiglio, Romano Prodi, storico tifoso del Bologna, il quale ha augurato  le miglior fortune a Pippo Inzaghi, con la speranza che l’ex centravanti di Juventus e Milan possa portare una rinnovata energia a tutto l’ambiente.

potrebbe interessarti ancheSerie A1 Basket, classifica e risultati del big match

Per “Superpippo”, quindi, la chiamata del Bologna rappresenterà il suo ritorno nel palcoscenico della serie A. Le sue uniche, sino ad ora,  apparizioni nelle vesti di allenatore in massima serie, risalgono alla stagione 2014/2015, alla guida del Milan, quando chiuse il campionato al decimo posto. Dopo un anno sabbatico, in cui Inzaghi ne approfittò per studiare ulteriori metodi di lavoro ed approfondire tematiche inerenti la sua nuova veste professionale, nell’estate del 2016 abbracciò l’ambizioso progetto del Presidente Joe Tacopina, assumendo il timone del Venezia, in Lega Pro. “Superpippo” effettuò un gesto di grande umiltà, scendendo di ben due categorie rispetto alla spumeggiante serie A, per calcare campi di provincia, in cui iniziare a costruire una carriera vincente. Il suo obiettivo di ripartire dal basso per poi spiccare il volo iniziò immediatamente a portare i suoi frutti, in quanto al termine del torneo 2016/2017, la compagine lagunare ottenne con merito e superiorità tecnico-tattica la promozione in serie B.

potrebbe interessarti ancheIl Bologna vince e convince: adesso “vede” la salvezza

Nel campionato cadetto, Inzaghi ha messo in mostra doti interessanti, in grado di catturare l’attenzione, non solo dei tifosi arancioneroverdi, ma altresì degli addetti ai lavori, i quali hanno profondamente gradito quanto svolto dal tecnico dei veneti. Il Venezia ha chiuso il campionato di B al quinto posto, centrando la possibilità di disputare i playoff. Dopo aver eliminato nel primo turno il Perugia, i lagunari si sono dovuti arrendere, in semifinale, al cospetto del Palermo, a margine di un pareggio per 1-1 al “Pierluigi Penzo” e un ko per 1-0 rimediato al “Renzo Barbera”. Nonostante la mancata promozione in A, che avrebbe rappresentato il massimo coronamento per il lavoro eccezionale svolto da “Superpippo”, il tecnico piacentino è stato ugualmente corteggiato da un club dal passato glorioso come il Bologna, che gli ha concesso la splendida opportunità di tornare a respirare il profumo dei grandi palcoscenici. Ringraziato sentitamente il Venezia, in quanto squadra, dirigenti e tifosi, per Pippo Inzaghi è tempo di tuffarsi in questa nuova ed entusiasmante avventura che nel corso della prossima stagione lo porterà ad affrontare grandi club, molti dei quali in cui ha militato nelle vesti da calciatore, senza dimenticare il derby tutto in famiglia con la Lazio, squadra allenata da suo fratello Simone.

notizie sul temaBologna-Sampdoria streaming e diretta tv, dove vedere il match.Serie A1 Basket, programma prossimo big matchBologna, avviati i contatti con Sabatini-Osti per la prossima stagione
  •   
  •  
  •  
  •