Bojinov torna in Italia: il bulgaro conteso tra Pescara e Catania

Pubblicato il autore: Danilo De Falco Segui


Valeri Bojinov domani mattina sarà in Italia: l’attaccante bulgaro è pronto a iniziare una nuova avventura nel paese che lo ha lanciato nel grande calcio. A quasi 34 anni (il 15 febbraio è il suo compleanno) e con un’esperienza non proprio positiva trascorsa nel suo paese natale con il Botev Vraca, Bojinov ha ancora voglia di mettersi in gioco: nel pomeriggio sembrava fatta con il Catania, ma in serata si è inserito nuovamente il Pescara che già lo aveva cercato nei giorni scorsi. Il calciatore bulgaro sembra più propenso ad accettare l’offerta della squadra siciliana, convinto anche dal tecnico Cristiano Lucarelli, ma l’offerta del Pescara sembra essere molto interessante. Domani Valeri arriverà in Italia e solo lì si scoprirà il suo futuro, conteso tra la Serie B e la Serie C.

Valeri Bojinov: un bulgaro figlio d’Italia

Valeri Bojinov arriva in Italia a soli 14 anni, quando Pantaleo Corvino lo portò al Lecce. Con la squadra salentina effettua anche l’esordio tra i professionisti nel gennaio del 2002 contro il Brescia, diventando il calciatore straniero più giovane a esordire in Serie A. La carriera di Bojinov è stata molto travagliata, fatta di cambi di maglia, rescissioni di contratti e gravi infortuni, ma è in Italia che il bulgaro ha sempre dato il meglio di sé: nel nostro paese, Valeri ha vestito le maglie di Lecce, Fiorentina, Juventus, Parma, Verona, Vicenza e Ternana. Tra tutte le maglie indossate in Italia, è con il Lecce che il classe ’86 ha fatto vedere grandi cose: con i salentini ha trovato 20 reti in 78 presenze tra campionato e coppe. In totale sono 157 presenze e 34 reti in Serie A, 91 presenze e 18 reti in Serie B e anche 16 gare e 8 gol in Coppa Italia. Ottimi numeri soprattutto se confrontati con quelli fatti all’estero: solo con il Partizan è riuscito a trovare 67 presenze e 25 marcature, mentre sono state più sfortunate le esperienze con altre maglie come quella dello Sporting Lisbona e il Manchester City.

Una nuova esperienza in terra italiana

Bojinov non ha mai nascosto il suo amore per l’Italia e ha deciso di tornare qui per poter giocare ancora a ottimi livelli. Il Catania è alla ricerca di un nome di spessore per proseguire il suo percorso nel girone C del campionato di Serie C, ma nelle ultime ore si è rifatto vivo con forza il Pescara sempre alla ricerca di un attaccante da regalare a mister Legrottaglie. In questo momento la corsa per aggiudicarsi la punta bulgara sembra essere alla pari con il Pescara, però, pronto a sorpassare i siciliani: gli abruzzesi si sono rifiondati sull’attaccante visti i tentennamenti d Alessandro Matri e le trattative sfumate nell’ultimo giorno di mercato per arrivare a Iemmello e Melchiorri. Bojinov, nonostante le sue dichiarazioni di oggi (“Vado a Catania, mi ha convinto Lucarelli”) al portale Sportal potrebbe accettare l’offerta del Pescara grazie a un ingaggio doppio offerto dagli abruzzesi rispetto a quello offerto dal Catania. La decisione spetterà solo al calciatore che si è preso una notte di tempo per decidere: meglio accettare una titolarità al Catania in C o un ingaggio più alto con il Pescara in B? La decisione sarà presa domani ma una cosa è certa: Valeri Bojinov torna nel paese che lo ha reso un vero talento.

  •   
  •  
  •  
  •