Chris Froome torna a caricare su Strava con numeri impressionanti

Pubblicato il autore: Andrea Biagini Segui
chris froome

Chris Froome in allenamento sulle strade del “suo” Sudafrica.

Luke Skywalker è tornato su Strava. Chi utilizza il famoso portale web per la condivisione dei propri allenamenti ed è un amante del ciclismo, probabilmente si ricorderà di quel misterioso utente, Luke Skywalker per l’appunto, che in un’anonima giornata di marzo si ritrovò a pedalare assieme al corridore del Team Sky Ian Boswell, in Sudafrica, superando le varie asperità a suon di KOM. Molti iniziarono dunque a domandarsi chi si nascondesse dietro quel falso nome, trovando una risposta dopo aver saputo che in quel periodo l’americano fosse in ritiro con il compagno di squadra e capitano Chris Froome, il quale caricando l’allenamento non fece altro che rivelare la sua falsa identità su Strava. Scoperto quindi l’account, questo venne prontamente rimosso dal britannico e da allora non si sono avute più tracce di lui. Pochi giorni fa però, in modo alquanto inaspettato ed in un momento di certo non proprio tranquillo della propria carriera, vista l’accusa di doping per il caso salbutamolo, Chris Froome ha riaperto il proprio profilo Strava, stavolta senza nascondere la propria identità, e pubblicando i recenti allenamenti effettuati in questo inizio di 2018. Una scelta che non può non sembrare volta a “ripulire” la credibilità e l’immagine del corridore, agli occhi di molti macchiata da una questione ancora tutta da decifrare.

potrebbe interessarti ancheTour de France, Hinault attacca Froome. Il team Sky risponde: “Sbaglia a parlare”

Chris Froome e l’eccezionale frequenza cardiaca, immediatamente cancellata

Nonostante i ritiri siano cominciati e tutti i corridori del Team Sky si trovino attualmente a Mallorca, fatta eccezione per quelli impegnati con l’imminente Tour Down Under in Australia, il britannico ha preferito rifugiarsi nella sua Johannesburg, molto probabilmente con il consenso della propria squadra, per mettere le basi in vista di quella che, se non ci dovessero essere squalifiche, sarà una stagione estremamente impegnativa per lui.
Osservando però gli allenamenti, si può che rimanere impressionati dai numeri che Froome quasi quotidianamente “riporta a casa”, con la bellezza di 1298,7 chilometri percorsi dall’inizio dell’anno in 38 ore e 51 minuti, accumulando un dislivello positivo totale di 17283 metri. Allenamenti che, alla luce dei risultati ottenuti nelle recenti stagioni, spiegano in modo chiaro che nulla si ottiene senza il duro lavoro, anche se a volte essere fisicamente predisposti aiuta e non poco. Analizzando una ad una le uscite, infatti, si scopre come la frequenza cardiaca di Froome, dopo aver pedalato per 224.5 km ad una velocità media di 37.9 km/h, non superi le 141 pulsazioni, con circa 110 bpm medi. E gli stessi valori si riscontrano anche nell’allenamento effettuato con la bici da crono, 164.6 km ad una velocità media di 36.3 km/h e frequenza cardiaca identica a prima.
Dati che verrebbe da etichettare come disumani, che di fatti sono stati cancellati poche ore dopo da Froome stesso, forse perché utilizzabili dai rivali diretti per conoscere meglio le qualità atletiche del britannico. Al di là ciò, resta in ogni caso lo stupore per le velocità medie paurose che il capitano del Team Sky riesce a tenere nonostante la stagione debba ancora cominciare, così come l’orario d’inizio di ogni attività: dalle 5 alle 6 di mattina, qualsiasi momento è buono per uscire a pedalare e mettere chilometri nelle gambe, magari caricandosi pensando ai propri avversari che ancora se ne stanno sotto le coperte a dormire.

potrebbe interessarti ancheTour de France, il calendario completo, le tappe e dove seguire l’evento in diretta tv

Il 14 febbraio, data di inizio della Vuelta a Andalucía-Ruta del Sol e della Volta ao Algarve, è infatti alle porte, e molto probabilmente Chris Froome farà il proprio debutto in una delle due brevi corse a tappe, in attesa dell’esito del caso salbutamolo, prima di affrontare la Tirreno Adriatico o il Tour of the Alps per arrivare così pronto al Giro d’Italia, grande obiettivo del 2018 assieme al Tour de France.

notizie sul temaTour de France, il favorito è ancora Chris Froome? Il pensiero di Landa e QuintanaPAU, FRANCE - JULY 13: Christopher Froome of Great Britain riding for Team Sky in action during stage 12 of the Le Tour de France 2017, a 214.5km stage from Pau to Peyragudes on July 13, 2017 in Pau, France. (Photo by Bryn Lennon/Getty Images)Caso Froome, arrivano le prime decisioni sul corridore britannicoPAU, FRANCE - JULY 13: Christopher Froome of Great Britain riding for Team Sky in action during stage 12 of the Le Tour de France 2017, a 214.5km stage from Pau to Peyragudes on July 13, 2017 in Pau, France. (Photo by Bryn Lennon/Getty Images)Caso Froome, a rischio la partecipazione al Tour de France? Le novità sul processo e le parole di Lappartient
  •   
  •  
  •  
  •