Campionati europei ciclismo 2018, l’UEC presenta i percorsi di Glasgow ed annuncia cambiamenti per il 2019

Pubblicato il autore: Andrea Biagini Segui


Come ormai da tradizione, il mondiale di ciclocross di Valkenburg di domenica, vinto dal belga Wout van Aert davanti al connazionale Michael Vanthourenhout e all’idolo di casa Mathieu Van der Poel, è stata l’occasione per l’Unione Ciclistica Europea (UEC) per discutere, assieme all’UEC Management Board, delle linee guida da seguire per il prossimo triennio. Tra queste, come annunciato dal nuovo presidente Rocco Cattaneo, non è di certo passata inosservata la decisione di ridurre – a partire dai Campionati Europei 2019 – la lunghezza dei circuiti nonché il numero dei chilometri sia delle prove in linea che delle cronometro, con queste ultime che avranno la stessa distanza per tutte le categorie.

Campionati europei ciclismo, le nuove distanze proposte

Di seguito ecco quindi i nuovi chilometraggi approvati per gli Europei a partire dal 2019, con le cronometro che, come detto, saranno uguali per tutti e si correranno su un singolo circuito:

Cronometro donne Junior: 20-30 km
Cronometro donne Under 23: 20-30 km
Cronometro donne Élite: 20-30 km

Cronometro uomini Junior: 20-30 km
Cronometro uomini Under 23: 20-30 km
Cronometro uomini Elite: 20-30 km

Prova in linea donne Junior: 50-70 km
Prova in linea donne Under 23: 70-100 km
Prova in linea donne Elite: 100-120 km

Prova in linea uomini Juniors: 100-120 km
Prova in linea uomini Under 23: 120-150 km
Prova in linea uomini Elite: 150-180 km

Come si vede, il taglio più evidente è proprio quello apportato nelle prove in linea degli uomini, dove i chilometri passeranno dai 200-240 attuali ai soli 150-180, “per rendere le gare più spettacolari agli occhi del pubblico e della stampa”, stando sempre alle dichiarazioni di Cattaneo. Tuttavia, l’impressione che si ha al primo impatto è quella di una distanza alla portata di tutti i professionisti, quando invece corse simili, tra le più importanti della stagione per molti corridori, dovrebbero proprio andare a premiare il più forte e dunque essere maggiormente selettivi, cosa possibile con un chilometraggio più elevato.

Campionati europei ciclismo, spazio alla Formula E-Bike

Sempre durante l’incontro in terra neerlandese, la Management Board ha approvato all’unanimità la proposta di introdurre, in un futuro prossimo, un nuovo circuito dedicato alle E-Bike sia per la strada che per la mountain bike, che verrà chiamato UEC Formula E-Bike. In questa direzione, sono già stati avviati i primi contatti con le case produttrici del settore, così da poter stilare le normative del caso prima di dare vita ad un progetto che senz’altro farà molto discutere.

Europei ciclismo Glasgow 2018, i percorsi in linea e a cronometro degli uomini élite

Oltre alle novità sopra elencate, due giorni fa sono stati resi noti i percorsi delle prove in linea e a crono degli élite in programma dal 5 al 12 agosto a Glasgow (mentre gli Junior e gli Under 23 saranno impegnati in Repubblica Ceca dal 12 al 15 luglio). Ancora con il format “tradizionale”, la gara in linea prevederà lo stesso circuito dei Giochi del Commonwealth 2014, districato interamente per le vie di Glasgow e da percorrere più volte (ancora non c’è l’ufficialità per quel che riguarda il numero dei giri, per cui la grafica sotto è un’ipotesi), in cui la difficoltà maggiore sarà rappresentata da Hillhead Street, 400 metri al 5.5% di pendenza media.
Per quanto riguarda la prova contro il tempo, invece, saranno previsti circa 45 km (32 km per le donne) ondulati ma pur sempre per gli specialisti, che porteranno i corridori dal Riverside Museum, nella capitale scozzese, fino a Strathblane, per poi tornare indietro e terminare quindi lo sforzo nella zona di Glasgow Green.

Credits: La Flamme Rouge

  •   
  •  
  •  
  •