Giro d’Italia 2019: le indiscrezioni sul possibile percorso della prossima Corsa Rosa

Pubblicato il autore: Lorenzo Carini Segui

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Sale l’attesa per il Giro d’Italia 2019. La Corsa Rosa, che quest’anno è andata in scena tra il 4 e il 27 maggio ed ha vinto trionfare il britannico Chris Froome del Team Sky, è da sempre un evento attesissimo dagli appassionati di ciclismo e non solo. Rappresenta l’occasione di poter seguire da molto vicino i campioni di oggi ed i possibili campioni del domani: la prossima edizione, che prenderà il via con una settimana di “ritardo” rispetto alle ultime annate, è in programma dall’11 maggio 2019 al 2 giugno 2019, giorno festivo.

Nelle ultime ore sono state diverse le indiscrezioni pubblicate a riguardo del possibile percorso. Le uniche due cose che possiamo affermare con certezza sono le città di partenza ed arrivo della carovana: la prima tappa scatterà da Bologna, mentre la passerella finale porterà il gruppo a Verona, nella terra di Romeo e Giulietta.

potrebbe interessarti ancheGiro d’Italia 2019, dove seguire la presentazione e le anticipazioni sul percorso

Giro d’Italia 2019, l’Emilia Romagna assoluta protagonista?

Giro d’Italia 2019, il via scatterà l’11 maggio 2019. E si conosce anche il luogo che ospiterà la partenza della Corsa Rosa: la carovana partirà infatti da Bologna, così come accadde nell’edizione del 1994. La prima tappa consisterà in una cronoscalata di cinque chilometri che porterà i corridori in cima al San Luca.

Sarà proprio l’Emilia Romagna la regione più “impiegata” dagli organizzatori del Giro: oltre alla giornata inaugurale, infatti, sarebbero in programma anche altre due tappe, la prima con arrivo a Ravenna (partenza dalla Toscana, probabilmente da Vinci, la città di Leonardo) e la seconda con arrivo a Modena in quella che si preannuncia essere una tappa piatta e adatta esclusivamente ai velocisti e a coloro che vorranno provare a recuperare il gap perso in avvio. Dall’Adriatico alla Pianura Padana, dall’Est all’Ovest: sarà una corsa rosa più emiliano-romagnola che mai.

potrebbe interessarti ancheGrande Partenza Giro d’Italia 2019, presentate le prime tappe in Emilia Romagna

Giro d’Italia 2019, possibile tappa Cuneo-Pinerolo in ricordo di Coppi

A settant’anni dall’impresa di Fausto Coppi, potrebbe essere reintrodotta in calendario la Cuneo-Pinerolo, una tappa da sempre cara agli appassionati italiani di ciclismo. Sarà possibile, dunque, ritrovare il gruppo sul Colle delle Finestre, che quest’anno ha favorito la fuga di Chris Froome.
Per il giorno successivo alla Cuneo-Pinerolo, le indiscrezioni vociferano di un’altra tappa di montagna da seguire con estrema attenzione. Le Alpi potrebbe essere protagoniste per la seconda volta nel giro di due giorni con la Ivrea-Courmayeur. Alla fine della seconda settimana si dovrebbe arrivare sul Lago di Como, percorrendo buona parte del finale del Giro di Lombardia, passando per Civiglio e San Fermo.

Giro d’Italia 2019, passaggio in Austria nell’ultima settimana?

Terza settimana da brividi, almeno secondo le indiscrezioni che occupano pagine e pagine dei quotidiani sportivi in questi giorni. Gli ultimi sette giorni del Giro d’Italia 2019 dovrebbero scattare da Treviso, per poi spostarsi anche al di fuori del confine italiano con arrivo in Austria, a Lienz, dopo aver scalato il Grossgloncker. L’ultima tappa vera e propria, prima della passerella finale (in programma il 2 giugno) con cronometro individuale sul percorso cittadino di Verona, potrebbe scombussolare la classifica generale: si parla, infatti, di un trittico Tonale-Gavia-Mortirolo con arrivo a Ponte di Legno.

notizie sul temaThibaut Pinot, il francese finisce in ospedale e si ritira dal Giro d’ItaliaGiro, Fabio Aru spiega il suo ritiro dalla corsa rosa. Le ipotesi sul futuroGiro d’Italia 2018 oggi tappa 21, la passerella di Roma: percorso, favoriti, diretta TV e streaming
  •   
  •  
  •  
  •