Giro d’Italia, 14.a tappa Saint-Vincent – Courmayeur: in Val d’Aosta saranno scintille

Pubblicato il autore: Enrico Salvi Segui


Il “tappino” alpino che darà una scossa alla classifica generale. È il momento della prima frazione di livello massimo al Giro d’Italia edizione 102. La Saint-Vincent – Courmayeur, di 131 km, è sì la tappa in linea più corta, ma sarà una delle più intense: qui nessuno potrà nascondersi.

Giro d’Italia, 14.a tappa: il percorso

Tappa interamente svolta in Val d’Aosta, con 5 GPM, pochissimi kilometri di pianura e quasi 4000 mt di dislivello. Partiti da Saint-Vincent, dopo i primi 7 km “di riscaldamento” si affronta subito la prima salita: Verrayes, un seconda categoria di 6.7 km all’8% di pendenza media, può essere un trampolino di lancio perfetto per chi volesse andare in fuga.
Tornati nella fondovalle valdostana (con passaggio al traguardo volante nel capoluogo), ci saranno 15 km di pianura che saranno anche gli ultimi: arrivati a Brenlo si scalerà il Verrogne (1° categoria, 13.8 km al 7,1% con punte del 13%). Discesa e subito si attacca il Truc d’Arbe (2° categoria, 8.2 km al 7%), alla cui sommità mancheranno 54 km all’arrivo.

potrebbe interessarti ancheGiro d’Italia 2019: la crono finale va all’americano Haga, Carapaz vince la corsa rosa davanti a Nibali e Roglic

Un dentello porterà al secondo traguardo volante di La Salle, e da lì il momento clou della giornata: il Colle San Carlo. Salita di prima categoria, per 10.5 km regolari e durissimi, al 9,8% di pendenza media. Le punte più alte, presenti all’inizio della salita, sono al 14-15%. Saliti a 1951 mt slm, per i big ci saranno ancora 25 km da percorrere.

Una discesa tecnica porterà a Ponte da dove partirà l’ultima salita verso lo Skyway del Monte Bianco. Sono le pendenze più facili della tappa, con 5 km al 6% e gli ultimi 3000 metri in un leggero falsopiano in salita. Una tappa corta, che può far esplodere il gruppo fin dalle prime battute. Sicuramente i big dovranno attaccare sul San Carlo, salendo verso Courmayeur non si potranno fare differenze. Partenza da Saint-Vincent alle 13.10, arrivo previsto tra le 16.58 e le 17.32.

potrebbe interessarti ancheGiro d’Italia, 21.a tappa Verona-Verona (cronometro individuale): sul Circuito delle Torricelle gli ultimi verdetti

Giro d’Italia, 8.a tappa: i favoriti

Tappa da scalatori puri visto il dislivello, anche se potrebbe crearsi la gara parallela tra fuggitivi e big. Il finale non impossibile potrebbe favorire chi ha lo spunto migliore, ma difficilmente arriveranno in gruppetti.
⭐️⭐️⭐️⭐️ ⭐️ Mikel Landa, Vincenzo Nibali
⭐️⭐️⭐️⭐️  Primoz Roglic, Richard Carapaz
⭐️⭐️⭐️ Rafal Majka, Miguel Angel Lopez, Ilnur Zakarin,
⭐️⭐️ Bauke Mollema, Pavel Sivakov, Simon Yates, Giulio Ciccone,
⭐️ Davide Formolo, Esteban Chaves, Hugh Carthy, Tanel Kangert

Giro d’Italia, 14.a tappa: dove vederla in chiaro e in streaming

La tappa in diretta sarà visibile su RaiSport+HD a partire dalle ore 12.10 (canale 57 del digitale terrestre e 227 di Sky), con la copertura integrale della tappa, e dalle 14.30 su Rai2. In diretta anche su Eurosport 1 HD a partire dalle 13:05. In streaming ci sono le apposite piattaforme di RaiPlay ed Eurosport Player.
Per la rete nazionale la telecronaca è affidata ad Andrea De Luca, con il commento tecnico di Stefano Garzelli e la terza voce di Fabio Genovesi, con gli interventi dalla motocronaca di Francesco Pancani e Marco Saligari. Per il canale satellitare invece telecronaca affidata a Luca Gregorio, con il commento tecnico di Riccardo Magrini.

notizie sul temaCiclismo, Giro d’Italia 20.a tappa Feltre-Croce d’Aune: lo spagnolo Bilbao trionfa in volata, Carapaz sempre maglia rosaCiclismo, Giro d’Italia 19.a tappa Treviso-S.Martino di Castrozza: Ultime salite prima dell’arrivo a VeronaCiclismo, Giro d’Italia 18.a tappa Valdaora-Santa Maria di Sala: Damiano Cima vince in volata
  •   
  •  
  •  
  •