Pozzovivo operato dopo l’incidente: la fine di un sogno?

Pubblicato il autore: Gabriele Rosi Segui

Il 12 Agosto, Domenico Pozzovivo è stato investito da un’utilitaria nei pressi di Dipignano (Cs), mentre si allenava per la Vuelta di Spagna.
Non sono ancora del tutto chiare le dinamiche dell’incidente ma l’atleta ha riportato gravi danni in diverse parti del corpo: la rottura della tibia e del perone, una brutta frattura al gomito e gravi ferite lungo tutto il volto.

potrebbe interessarti ancheCiclismo, Giro di Lombardia 2019: percorso e favoriti, diretta tv e streaming sabato 12 ottobre

Trasportato d’urgenza al pronto soccorso dell’Ospedale Annunziata di Cosenza, Domenico Pozzovivo è stato sottoposto ad un intervento lungo e difficile ma dall’esito positivo. Ce l’ha fatta. Si tratta di un infortunio molto grave e, per i medici, Pozzovivo è stato fortunato a non perdere la vita.
Dato che nell’urto il ciclista ha sfondato il parabrezza dell’auto, sarà sottoposto ad ulteriori accertamenti clinici in Svizzera, dove risiede, per escludere altri danni oltre quelli ben visibili dalle ferite.

potrebbe interessarti ancheCiclismo, Gran Piemonte 2019 (Video Highlights): grande trionfo del colombiano Egan Bernal

“Hanno messo fine alla mia carriera”, queste le parole che Pozzovivo ha detto alla moglie in una telefonata subito dopo l’incidente. Una frase che fa capire la sofferenza di un uomo che teme gli abbiano improvvisamente strappato un sogno.
Dolorante ma stabile, il trentaseienne potrà ricominciare ad alzarsi tra due settimane. Lo attendono un lungo stop e una riabilitazione impegnativa. Ancora in dubbio il suo futuro da ciclista, anche se i medici hanno lasciato trasparire un pizzico di ottimismo.

notizie sul temaCiclismo, Milano-Torino 2019 (Video ultimi 4 km): a Superga trionfa il canadese Michael WoodsLe Iene, lo spacciatore di Marco Pantani confessa: “È stato ucciso per soldi, la droga non c’entra”Ciclismo, Tre Valli Varesine (Video Highlights): trionfo dello sloveno Roglic davanti a Visconti e Skujins
  •   
  •  
  •  
  •