Formula 1, Brasile GP. Le dichiarazioni di Vettel, Lecerc e Binotto.

Pubblicato il autore: Francesca Manes Segui


Formula 1, Brasile GP.
Il circus della Formula 1 si prepara a vivere il penultimo appuntamento della stagione. Domenica, sul circuito di Interlagos, si disputerà il quarantasettesimo gp del Brasile che promette di regalare agli appassionati grandi emozioni e avvincenti duelli. Nonostante la corsa ai titoli Piloti e Costruttori sia finita, ai team e ai piloti non mancano il desiderio e la volontà di fare bene. Tra questi c’è la Scuderia Ferrari che, dopo il non brillante gran premio di Austin, cercherà di riscattarsi e dimostrare in pista che dietro ai miglioramenti tecnici delle sue vetture non c’è nulla di illecito. Non c’è solo il desiderio di rivalsa, ma anche la voglia di celebrare con un buon risultato un anniversario molto importante. Nella giornata di sabato, la Scuderia di Maranello festeggerà i suoi primi 90 anni. Infatti, l’atto di nascita della “società Scuderia Ferrari”, come si chiamava allora, fu siglato ufficialmente il 16 novembre 1929 e fu poi registrato presso il tribunale di Modena il 29 novembre 1929. Dunque, alla vigilia di un weekend così carico di eventi e ricorrenze, i due piloti della Ferrari hanno fatto, come di consueto, alcune considerazioni in merito al gran premio del Brasile e alle caratteristiche del circuito di Interlagos.

potrebbe interessarti ancheF1, Gp Abu Dhabi. Le dichiarazioni dei piloti Ferrari dopo l’ultimo gp dell’anno.

Formula 1, Brasile GP. Sebastian Vettel: “Il Brasile è sempre un’incognita”

“Quando si gareggia a San Paolo, in Brasile, è sempre un’incognita, può sempre succedere di tutto. Non so per quale motivo ma c’è qualcosa di particolare su questa pista e in questi luoghi. Ad ogni occasione qualcosa di pazzo succede e se non accade allora puoi star certo che succederà l’anno successivo. Si tratta di un’altra pista che nel recente passato è stata amica della nostra squadra: ricordo, per esempio, che lo scorso anno qui Kimi (Raikkonen) era salito sul podio, mentre due anni fa fui io a conquistare la corsa. Di sicuro, a livello di atmosfera, è una corsa speciale; i brasiliani sono probabilmente il pubblico più rumoroso tra quelli delle gare che abbiamo in calendario. Gridano talmente forte dagli spalti che anche noi in macchina riusciamo a sentirli. I tifosi brasiliani sembra veramente che salgano in macchina con te.”

Formula 1, Brasile GP. Charles Leclerc avverte: “il meteo a San Paolo è sempre imprevedibile”

“Il Brasile non è solo una nazione nella quale c’è una enorme passione per il nostro sport, è anche la patria di Ayrton Senna, ovvero il pilota al quale probabilmente mi sono ispirato di più. Era un gran talento e una persona speciale e questo Gran Premio ci porta sempre alla mente la sua leggenda. Il circuito è estremamente divertente: si tratta di un giro corto nel quale comunque trovano posto curve molto diverse fra loro  oltre che rettilinei di discreta lunghezza. Il layout della pista è cambiato parecchio nel corso dei decenni fino a diventare quello attuale. Quando giocavo con i videogame da bambino sceglievo sempre questa pista, motivo per cui posso considerarmi un grande appassionato! Il meteo a San Paolo è sempre imprevedibile e questo influisce, come è ovvio, sulle condizioni del tracciato che cambiano di giorno in giorno e in determinate condizioni possono risultare una variabile che rimescola le carte in tavola.”

potrebbe interessarti ancheFormula 1 GP Abu Dhabi. Lewis Hamilton vince l’ultimo gp, dominio assoluto Mercedes. Terzo Leclerc.

Formula 1, Brasile GP. Mattia Binotto “Charles prenderà una penalità in griglia”

Mattia Binotto, team principal della Ferrari, con estrema lucidità ha analizzato il gp di Austin e ha espresso il forte desiderio di rivalsa della sua squadra. Inoltre, ha dichiarato che sulla vettura di Charles Leclerc sarà montata una nuova Power Unit e perciò, come prevede il regolamento, subirà una penalità di dieci posizioni in griglia.
“Arriviamo al penultimo Gran Premio della stagione dopo la frustrante gara di Austin, nella quale non siamo stati in grado di portare a casa il risultato che sentivamo di poter raccogliere. Al sabato con Sebastian abbiamo mancato la settima pole consecutiva per appena un centesimo, ma se non altro abbiamo avuto la conferma che a livello di performance eravamo competitivi come sempre. La domenica il passo gara di Charles nel primo stint è stato mediocre, anche se la prestazione della sua vettura è tornata normale dopo la sosta ai box. Con lui cercheremo di gettarci tutto alle spalle e di ripartire dal Brasile. Charles potrà disporre di una Power Unit nuova dal momento che la sua si è danneggiata nel sabato di Austin e questo lo ha costretto a montare una unità usata e meno potente per il resto del weekend. Equipaggiare la sua SF90 con una nuova Power Unit significa prendere penalità in griglia, ma se non altro a San Paolo ci aspettiamo di tornare ai livelli consueti di performance e di poter lottare con spirito combattivo per finire in crescendo la stagione. Questo sarà importante per cercare la conferma del fatto che stiamo facendo progressi con la nostra vettura e per provare a portare questo stato di forma nella pausa invernale. So che i nostri piloti e il team sono assolutamente concentrati su questo.”

notizie sul temaFormula 1, Qualifiche Abu Dhabi. Lewis Hamilton firma la sua quinta pole stagionale.F1 Gp Abu Dhabi, errore in casa Ferrari nel Q3Formula 1 GP Abu Dhabi, dove vedere le qualifiche
  •   
  •  
  •  
  •