Nuoto, Europei 2018. Burdisso sorprendente bronzo nei 200 farfalla, 4×200 stile libero terza nella finale

Pubblicato il autore: Marianna Grazi Segui

Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Ancora medaglie per gli azzurri agli Europei di nuoto di Glasgow.
Sono rientrato in finale solo per la rinuncia di James Guy, non riesco ancora a realizzare“: sono queste le parole di Federico Burdisso, che conquista una sorprendente medaglia di bronzo nei 200 farfalla dalla corsia 8, lui che fino a ieri primo degli esclusi con il nono tempo ha potuto gareggiare in finale solo dopo la rinuncia del britannico James Guy.
Partito senza troppe pretese, già un semi miracolo poter competere, il giovanissimo Burdisso (17 anni il prossimo 20 settembre) tenta il tutto per tutto con un passaggio killer a metà gara (54″29), poi subisce il rientro degli avversari ma è bravissimo a tenere il passo fino al tocco, che lo vede al terzo posto in 1’55″97. Prestazione straordinaria per il pavese del Tiro a Volo Nuoto, che dal Settecolli qualche settimana fa aveva lanciato segnali incoraggianti sulla propria condizione e sui progressi nella distanza (1’56″40 in quell’occasione), ma che mai avrebbe fatto pensare ad un’escalation tanto repentina. I passaggi di Federico Burdisso: 25″15 ai 50m, 54″29 ai 100m, 1’24″82 ai 150m, 1’55″97 ai 200m, con un miglioramento di circa mezzo secondo rispetto al proprio personale e di quasi 2″ dalla semifinale.
Subito dopo la bellissima sorpresa del delfinista lombardo ecco la 4×200 stile libero maschile che, pur senza l’importante apporto di Gabriele Detti, riesce a replicare il bronzo degli Europei di Londra 2016. Squadra giovane, quella italiana composta da Alessio Proietti Colonna (1’48″20), Filippo Megli (1’45″44), Matteo Ciampi (1’46″49) e Mattia Zuin (1’47″45), ma già di altissimo spessore: Partenza in sicurezza con Proietti Colonna a 10 centesimi dal personale che lancia l’Italia al quarto posto al cambio, le frazioni centrali dei toscani Megli e Ciampi li proiettano verso prestazioni ai vertici mondiali della distanza e, nella gara di oggi, scavano il solco che permette a Mattia Zuin di gestire il rientro delle altre nazioni.
Staffetta solida, che fa ben sperare per il futuro in vista dei prossimi appuntamenti, in cui il rientro di Detti non potrà che apportare una spinta in più.

potrebbe interessarti ancheItalia a tutto sport. O forse no?
potrebbe interessarti ancheMondiali Pallanuoto femminile: Italia-Ungheria 6-7, le ungheresi ci eliminano ai quarti

notizie sul temaNuoto, Mondiali vasca corta: bronzo per Detti, Pellegrini fuori dal podioNuoto, Mondiali vasca corta: Federica Pellegrini insegue la cinquantesima medaglia internazionaleNuoto, Magnini e Santucci squalificati 4 anni per doping. “Sentenza scritta prima del processo”
  •   
  •  
  •  
  •