Paola Egonu, il ritratto di un talento puro

Pubblicato il autore: Antonio Villani Segui

La protagonista della finale di Coppa Italia e’ stata certamente lei, Paola Egonu , l’astro nascente del volley italiano che partita dopo partita sta mettendo nel proprio bagaglio di esperienza qualche mattone in più . Nata a Cittadella , Padova, il 18 dicembre 1998, fa impressione pensare come una ragazza di soli 19 anni possa gia’ trascinare alla conquista di trofei importanti squadre del calibro di Novara. 
Quattro le stagioni nel Club Italia, palestra importantissima per crescere e cominciare a confrontarsi con il grande volley, l’emozione di giocare la sua prima Olimpiade a Rio 2016, sconfitte incassate, quelle sportivamente parlando indispensabili per la crescita di un campione, la maturità che aumenta ad ogni match, la consapevolezza di aver ancora margini di grande crescita, e poi la gioia di alzare al cielo i primi trofei, quella SuperCoppa Italiana vinta sempre contro Conegliano e soprattutto la Coppa Italia di domenica scorsa festeggiata da protagonista, Mvp della finale, grinta da vendere e l’umiltà di mettere da parte il successo appena ottenuto pensando di dover ancora dimostrare tutto per arrivare a quelli successivi.
Complimenti a Paola, volto fresco dello sport italiano, immagine del volley che trova sempre più seguaci e appassionati, le sfide saranno ancora tante, l’augurio e’ che le possa affrontare sempre con lo stesso entusiasmo.

potrebbe interessarti ancheItalia-Cina streaming RaiPlay e diretta tv, Mondiali pallavolo femminili oggi 19 ottobre
potrebbe interessarti ancheItalia-Cina 3-2 (Video highlights Mondiali pallavolo femminili): è finale per le azzurre, sedici anni dopo

notizie sul temaOlanda-Serbia 1-3 (Video highlights Mondiali Pallavolo Femminili): balcaniche in finale con Italia o CinaItalia-Serbia, data e orario Finale Mondiali Pallavolo Femminili 2018Italia in finale dei Mondiali di pallavolo femminili: un’impresa epica di una squadra unica
  •   
  •  
  •  
  •