Volley femminile, Conegliano in gara 2 finale scudetto proverà a battere la bestia nera Novara

Pubblicato il autore: Antonio Villani Segui


Siamo alla vigilia di gara 2 di questa finale scudetto tra Novara Conegliano che ha visto nel primo atto imporsi una Novara che ha mostrato i muscoli vincendo con un secco 3-0. Era importante per le piemontesi sfruttare il fattore campo che vedremo se risulterà decisivo in questa serie, iniziare una finale col piede giusto e’ sempre un’iniezione di fiducia fondamentale soprattutto se in palio c’e’ lo scudetto. Novara ha ancora una volta imposto il proprio gioco e vinto il duello a due contro l’Imoco , una sfida davvero infinita che ha visto quest’anno incontrasi le due squadre gia’ sette volte. Solo due le vittorie per le pantere che devono scrollarsi di dosso la “sindrome” da Novara. 
Può inevitabilmente nascere nella testa delle giocatrici qualche preoccupazione in più giustificata dal fatto di vedere nelle piemontesi un ostacolo superato quest’anno in poche occasioni, bruciano ancora le sconfitte subite e che sono costate la SuperCoppa italiana e la Coppa Italia finite nella bacheca della Igor.

potrebbe interessarti ancheOfelia Malinov vs Alessia Orro: chi più adatta per il mondiale?

Di fondamentale importanza sara’ dunque la sfida di domani sera al PalaVerde, vincere vorrebbe dire spezzare questo trend negativo e potrebbe davvero far scattare nella mente delle pantere qualcosa di decisivo per la conquista del tricolore, potrebbe far realizzare che questa Novara si può battere . Immaginando invece lo scenario opposto, un’eventuale sconfitta dell’Imoco , in questo caso davvero si potrebbero aprire la porte verso lo scudetto per le ragazze di Barbolini, non tanto per il risultato , un 2-0 porterebbe certamente le piemontesi più vicine al traguardo finale, ma anche e soprattutto per un’ulteriore dimostrazione di  superiorità sulle pantere che a quel punto potrebbero subire inevitabilmente il contraccolpo psicologico.
Tema affascinante emerso in gara 1 il mix esplosivo all’interno di Novara dell’esperienza incredibile di Francesca Piccinini e della forza dell’astro nascente del volley rosa italiano Paola Egonu. Due perle nel forziere piemontese, partita di spessore per entrambe in gara 1, Piccinini a caccia del suo sesto scudetto mentre Paola Egonu cerca l’emozione del primo titolo tricolore.
Santarelli dovrà dare una carica importante alle proprie ragazze, partite come queste nelle quali il livello tecnico e’ davvero molto alto, nelle quali a scendere in campo sono giocatrici che hanno vinto moltissimo, la differenza la può fare l’approccio mentale al match.
Facile immaginare che in questo le pantere domani sera saranno aiutate dal tifo sempre caldissimo dei supporter dell’Imoco, servirà per regalare la giusta convinzione a De Gennaro e compagne per portare la serie in parità’.
Una chiave di volta della partita sara’ sicuramente la prova in attacco di Samanta Fabris che in gara 1 non e’ riuscita a incidere come avrebbe voluto, 8 i punti per lei con percentuali in attacco del 30%, sono arrivate maggiori risposte dalle due centrali Folie Danesi che hanno chiuso rispettivamente con 11 e 8 punti e percentuali in attacco del 59% e del 63%.
Dovranno trovare le pantere una prestazione perfetta per avere la meglio di questa Novara che ha davvero impressionato nell’ultimo periodo a parte il passo falso in Champions.
Per le ragazze di Santarelli la stagione può ancora diventare magica, in palio una finale scudetto e una Final Four di Champions, tutto può ancora succedere e lo spettacolo e’ assicurato.

potrebbe interessarti ancheVolley femminile A2, Orvieto pronta a iniziare la stagione

notizie sul temaVolley femminile A2, novità nel direttivo delle S.lle Ramonda-Ipag Montecchio MaggioreVolley femminile A1, definito lo staff tecnico di ConeglianoMercato Volley femminile , arrivato l’ultimo tassello per Montecchio Maggiore
  •   
  •  
  •  
  •