Volley femminile A2, il percorso di Chieri che ha portato all’A1

Pubblicato il autore: Antonio Villani Segui

E’ stato un grandissimo campionato quello della Fenera Chieri ’76 che e’ riuscita domenica scorsa a festeggiare la promozione nella finale contro la Battistelli San Giovanni in Marignano. Un torneo lungo e difficile, con tante squadre che per buona parte della regular season si sono dimostrate sullo stesso livello e quindi di certo non era facile pronosticare chi avrebbe staccato il pass per l’A1. La prima squadra che aveva raggiunto l’ambito traguardo era stata la Savallese Millenium Brescia capace di chiudere la stagione regolare al primo posto e quindi di evitare i playoff . Un girone di ritorno eccezionale per le leonesse che forse a inizio campionato non partivano con il favore del pronostico. E’ stata un po’ stravolta anche la classifica delle squadre che si erano qualificate per questi playoff promozione, si sa quanto in queste serie sia fondamentale l’apporto del pubblico e invece a spuntarla e’ stata Chieri che a parte il quarto di finale contro Trento , nella semifinale contro Cuneo e nella finale contro San Giovanni in Marignano ha dovuto giocare due gare su tre fuori casa. Quello che inizialmente poteva sembrare un ostacolo non ha sbarrato la strada alla piemontesi verso l’accesso in A1. Un playoff durissimo per la squadra di coach Luca Secchi, tutte e tre le serie si sono concluse in gara 3.
E’ stato certamente rispettato un fattore che si era palesato durante tutta la regular season. Un grande equilibrio nella zona alta della classifica nella quale c’erano stati davvero molti cambi al vertice. La stessa Brescia vincitrice finale della regular season non ha di certo condotto il campionato con regolarità di vittorie da inizio anno, ma ha dovuto lottare con un gruppo nutrito di almeno 5-6 squadre che si davano battaglia per la conquista del primo posto.
Un playoff promozione combattutissimo dicevamo per Chieri che si era presentata alla griglia playoff come quinta in regular season . Il quarto di finale contro Trento inizia bene con una bella vittoria in casa per 3-1 che mette la serie sui giusti binari. Arriva pero’ la reazione delle trentine che di fronte al proprio pubblico si impongono al tie-break in un match molto sofferto. Chieri vuole la semifinale, c’e’ da vincere gara 3, arriva una grandissima prestazione con risultato finale di 3-0.
In semifinale e’ tempo di derby, c’e’ Cuneo , la favorita per la promozione finale, squadra capace di arrivare in regular season seconda a un solo punto da Brescia. La serie e’ durissima, tutte e tre le gare si chiudono al tie-break. Chieri parte con lo svantaggio del fattore campo, Cuneo pero ‘ non lo sfrutta e arriva in gara 1 la prima sconfitta di fronte al proprio pubblico di questa semifinale. La finale sembra ormai a portata di mano ma questa volta in gara 2 a perdere in casa e’ Chieri, e’ necessaria un’altra partita che pero’ anche questa volta Cuneo stecca in casa aprendo la strada della finale alle avversarie.
Manca un solo atto per completare il sogno, in finale la Battistelli San Giovanni in Marignano parte bene e in casa si impone 3-1, le piemontesi non mollano e in gara 2 riportano la serie in equilibrio superando le avversarie  sempre per 3-1. Domenica 13 Maggio l’opera si completa, le ragazze di coach Secchi riescono a vincere in trasferta e a chiudere con la promozione in A1 un anno fantastico.

potrebbe interessarti ancheVolley femminile A1, Francesca Piccinini continuerà a giocare a Novara
potrebbe interessarti ancheVolley, Samanta Fabris in esclusiva a SN: “Mi cercavano in Turchia, ma resto a Conegliano”

notizie sul temaVolley maschile Superlega, Calzedonia Verona acquista Sebastian Sole’Volley femminile A1, i nuovi colpi di mercato di NovaraVolley maschile, l’abbraccio dei tifosi di Modena a Zaytsev
  •   
  •  
  •  
  •