Convocazioni Italia Rugby, O’Shea suona la carica e fa debuttare Polledri

Pubblicato il autore: Nicola Angeli Segui

Il commissario tecnico azzurro, Connor O’Shea ha diramato i suoi 34 uomini per il 6 Nazioni. L’ambito torneo, inizierà per gli Azzurri il 4 febbraio allo stadio Olimpico di Roma contro la temibilissima Inghilterra. L’allenatore irlandese sembra molto sicuro di sè, di fronte alla competizione che la squadra azzurra dovrà affrontare non certamente da favorita. Alcuni giorni fa, ha dichiarato davanti ai cronisti italiani: “giudicatemi sui risultati, me per me, prima di tutto vale la prestazione; l’Italia entrerà sempre sul terreno di gioco, per portare a casa la vittoria. Poi certamente sappiamo che ci sono squadre più attrezzate per vincere il torneo. Dovremmo imparare a controllare meglio le partite, e gestire i momenti difficili”. Jacke Polledri (terza linea) della squadra inglese del Gloucester. Ragazzo promettente, ha già vestito la maglia della Nazionale con la U20 nei mondiali del 2014 e il 6 Nazioni di categoria. Nella squadra inglese, Polledri ha dimostrato di saper essere un promettente Flanker. Sergio Parisse, capitano azzurro, è letteralmente entusiasta del giovane ragazzo che milita nel 1° campionato inglese; le sue doti tecniche, atletiche e il suo professionismo lo hanno messo alla ribalta internazionale del mondo del Rugby. Tra le altre grandi sorprese, c’è il grande ritorno di Alessandro Zanni dopo 2 anni di continui infortuni che lo hanno costretto a stare fuori dal campo. Rifanno la propria comparsa tra le convocazioni, Allan come Apertura, Benvenuti come Centro, e Biagi come Seconda Linea. Il secondo test per i ragazzi di O’Shea sarà in terra irlandese, altro avversario di grande reputazione internazionale. L’Italia della palla ovale spera in un riscatto, dopo gli ultimi 6 Nazioni molto deludenti, ma già sappiamo che sarà una sfida molto spinosa per gli Azzurri visto gli avversari molto superiori (Inghilterra e Francia) per quanto concerne il tasso tecnico.

  •   
  •  
  •  
  •