Mondiali Paralimpici, scherma: Bebe Vio dona oro mondiale

Pubblicato il autore: Giovanni Esposito Segui

Un altro trionfo per Bebe Vio: ieri la campionessa italiana ha stradominato la prova mondiale conquistando il secondo oro nel fioretto e oggi dimostra di avere un cuore grande.

potrebbe interessarti ancheMondiali Scherma, Foconi vince l’oro nel fioretto maschile

Il secondo ora conquistato. Bebe Vio porta a casa un’altra straordinaria medaglia d’oro nel fioretto individuale ai mondiali paralimpici di scherma in corso a Roma. L’atleta Italiana ha dominato per tutto il percorso che l’ha portata alla conquista del suo secondo oro: ha vinto tutti i match del proprio girone, ha superato ai quarti di finale la georgiana Irma Khetsuriani con il punteggio di 15-5, in semifinale ha battuto la russa Irina Mishurova 15-1 e nella finalissima battuto l’altra russa Viktoria Boykova col punteggio di 15-3. La campionessa, al termine dell’ultimo match, ha commentato così la sua incredibile vittoria: “Ho vissuto un’ansia incredibile in questi giorni. La medaglia più grande è stata proprio superare e gestire la tensione. Non volevo abdicare dopo Rio e quindi ce l’ho messa tutta. Dall’estate mi sono chiusa in palestra tutti i giorni ad allenarmi, rinunciando a tutto: ora provo una gioia immensa.”Un percorso netto quello portato a termine dalla straordinaria campionessa Italiana che ha commosso tutti gli italiani con un grande gesto.

potrebbe interessarti ancheMondiali Scherma, Navarria vince l’oro nella spada donne

Lo straordinario gesto di Bebe Vio: dona l’oro mondiale. Il Trio Medusa, il giorno dopo l’incredibile oro mondiale, ha invitato la campionessa al programma ” Chiamate Roma” per raccontare l’enorme gioia per la conquista della medaglia. I conduttori l’hanno messa alla “prova”: hanno chiesto a Bebe di mettere qualcosa all’asta per lo “Zozzoni Day” maratona radiofonica benefica a favore dei Cevsi in programma su Radio Deejay il 22 dicembre e lei ha stupito tutti così: “ Vi do la mia medaglia d’oro. Credo tantissimo nelle associazioni, io faccio scherma grazie all’associazione Art4sport che crearono mamma e papà. Quindi, se magari anche solo una medaglia può far qualcosa di più per un’altra associazione, chissà, magari può aiutare un altro ragazzo a vincerne un’altra e poi si regalerà anche quella.” Un gesto meraviglioso quello fatto dalla campionessa che ha dimostrato non solo di avere un grande talento ma anche un grande cuore.

notizie sul temaIl mondo della scherma e Salvatore SanzoScherma, Trofeo Inalpi Grand Prix 2017: Alessio Foconi bronzo a TorinoCoppa del mondo di scherma – Weekend senza ori, argento e bronzo dal fioretto
  •   
  •  
  •  
  •