Pallanuoto, Settebello al debutto in World League

Pubblicato il autore: Alessandro Legnazzi

Dopo il bronzo ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro, il Settebello torna in vasca per la prima volta. A distanza di oltre due mesi dall’ultima partita ufficiale, i ragazzi di Sandro Campagna hanno voglia di tornare a dialogare con la vittoria. La Serbia resta ancora distanze ma il cambiamento iniziato dall Federazione alcuni anni fa ha portato alla luce alcuni pallanuotisti interessanti e dalla giovane età.

Il Settebello riprende in mano il filo del discorso direttamente in Russia, terre che dal punto di vista storico è da sempre ostica nei confronti della Nazionale italiana di pallanuoto. Il sito della FIN cita in merito la sconfitta patita ai tiri di rigore non tanto tempo fa, il 2 febbraio 2013 dopo l’argento olimpico di Londra. Stavolta gli eventi si ripetono dopo un terzo posto olimpico, speriamo vivamente non più nel risultato.

Leggi anche:  Mondiali Courchevel Meribel 2023, dove vedere combinata maschile sci alpino LIVE oggi: diretta TV, orario e start list

Teatro del primo match della nuova World League sarà la piscina di Ruza, cittadina della Russia occidentale a poco più di cento chilometri da Mosca. Il ct Campagna avvisa i naviganti: “Sarà una partita dura, soprattutto dal punto di vista fisico. La nazionale russa ha cambiato tecnico; ora è giudata da Dmitry Apanasenko che allenava la selezione under 19; quindi mi aspetto un roster con l’inserimento di giovani del 1997 che vorranno mettersi in mostra“. Messaggio chiaro, tutti gli avversari vanno rispettati giocando al massimo.

Non solo vincere ma anche far crescere. Il doppio binario sul quale si snoda l’attività del Settebello e di tutta la pallanuoto italiana. Campagna ha convocato un gruppo di giocatori che unisce esperienza (quindi trionfi) a gioventù (quindi voglia di emergere, di far capire le potenzialità facendo scoppiare l’acqua). Questo è l’elenco completo dei tredici: Marco Del Lungo, Nicholas Presciutti, Valentino Gallo, Niccolò Gitto, Michael Bodegas, Francesco Di Fulvio, Pietro Figlioli, i giovani Vincenzo Renzuto Iodice, Tommaso Busilacchi, Edoardo Di Somma e Roberto Ravina e i debuttanti Francesco Massaro (portiere di Lavagna nato nel 1998) e Nicola Cuccovillo (mancino barese della leva 1994).

Leggi anche:  Mondiali Courchevel Meribel 2023, dove vedere super G femminile sci alpino LIVE oggi: diretta TV, orario e start list

Dai medagliati fino ai debuttanti. Il grande abbraccio del Settebello comprende il più largo ventaglio di possibilità. “Le convocazioni sono state effettuate con l’obiettivo di vincere e di allargare la rosa alla luce dei primi collegiali stagionali effettuati a Brescia e al centro federale di Ostia. Il successo della Russia in Georgia per 14-13 renderebbe la vittoria molto importante per ipotecare il primo posto del girone e la qualificazione alle finali. Pertanto è stata irrobustita la rosa affiancando ai più giovani elementi di esperienza” prosegue Sandro Campagna.

Il ct, come riportato dal sito FIN, precisa: “Per le convocazioni non abbiamo considerato giocatori della Canottieri Napoli e della Roma Vis Nova, che anticiperanno lo scontro diretto al 7 dicembre per consentire al tecnico federale Paolo Zizza di sedere in panchina. Si ricomincia con un allargamento della rosa. Abbiamo diverse opportunità per testate i giovani che si mettono in evidenza in campionato. Tutti dovranno affrontare ogni allenamento con impegno per migliorare, guadagnare o conservare il posto in squadra con spirito costruttivo e sacrificio“.

Leggi anche:  Mondiali Courchevel Meribel 2023, dove vedere super G femminile sci alpino LIVE oggi: diretta TV, orario e start list

World League e collegiali saranno utilizzati fare casting; ad aprile, invece, si farà sul serio con due amichevoli con Croazia e Ungheria. Russia-Italia sarà diretta dal serbo Vojin Putnikovic e dal greco Nikolaos Boudramis. Delegato FINA il russo Evgeny Sharonov.

settebello

  •   
  •  
  •  
  •