UFC, si va verso il match Ferguson vs Nurmagomedov. Conor McGregor privato del titolo? Gli aggiornamenti

Pubblicato il autore: Luca Santoro Segui

Ferguson vs Nurmagomedov

UPDATE: Poche ore fa Dana White ha confermato al programma mattutino Toucher and Rich che il match Ferguson vs Nurmagomedov si farà, esattamente il 7 aprile a New York in occasione di UFC 223, come abbiamo scritto nell’articolo che segue. Questo il tweet che potrebbe mettere definitivamente fine ai rumors:

Per quanto riguarda invece la situazione di Conor McGregor, ancora non c’è chiarezza. Probabilmente il match Ferguson vs Nurmagomedov varrà per il titolo ad interim, com buona pace di Khabib. Nessuna menzione da parte di Dana White sulla possibilità di togliere al fighter irlandese la cintura di campione dei pesi leggeri.

Forse quello che era nell’aria potrebbe diventare presto realtà: il titolo dei pesi leggeri detenuto da Conor McGregor potrebbe essergli revocato.
Andiamo con ordine: abbiamo già trattato in passato di questa eventualità, giacché Notorious (21-3)  non calca un ottagono da ben 14 mesi dall’ultimo vittorioso match di UFC 205, del novembre scorso, contro Eddie Alvarez. Nel mezzo, il money fight contro Floyd Mayweather, la paternità, qualche intemperanza caratteriale (leggi: risse) che fa parte del personaggio.
A inizio 2018, davanti alla possibilità paventata dal commissioner della massima promozione americana Dana White (“Conor deve fare chiarezza sul suo futuro“, queste le sue parole) che il suo titolo dei pesi leggeri passato ad interim nella mani di Tony El Cucuy Ferguson (23-3) possa essere messo in discussione e rimesso in gioco nelle prossima card di UFC, McGregor si era rimesso al lavoro allenandosi nel terreno a lui più congeniale, la MMA, come dimostrano una serie di post su Instagram. Pareva lontana l’ipotesi che venisse spogliato di un altro titolo dopo quello nei pesi piuma (che deteneva in contemporanea) per via della sua inattività.

Leggi anche:  Mondiali di pallamano, gruppo III Main Round: vittorie per Francia, Portogallo e Norvegia

La fonte che rivela il colpo di scena: Ferguson vs Nurmagomedov si farà, quando e dove. Conor McGregor spogliato del titolo

Oggi un tweet di Chris Taylor, giornalista e parte dello staff dell’ex campione ed Hall of Fame UFC BJ Penn ed ora proprietario di un sito di news ed interviste del mondo MMA, ha fatto luce su un giallo su cui si attendevano, presto o tardi, degli sviluppi. A parere di Taylor, prima della main card Stipe Miocic vs Francis Ngannou per il titolo dei pesi massimi in occasione di UFC 220 che si terrà il 20 gennaio a Boston, verrà dato l’annuncio definitivo: Tony Ferguson e Khabib The Eagle Nurmagomedov (25-0) combatteranno per ottenere il titolo vacante di campione dei pesi leggeri in occasione del prossimo UFC 223 che si terrà Brooklyn il 7 aprile. Il giornalista riporta come fonte del presunto scoop l’agenzia giornalistica russa Tass, la prima a dare questa notizia.

Realtà o fake news? Per ora dalla UFC e dai diretti interessati tutto tace, se escludiamo il tweet categorico del manager di Nurmagomedov, Ali Abdelaziz, che a proposito del match contro Ferguson per il titolo oppone un laconico e lapidario “no deal“, nessun accordo per il momento.

D’altra parte, se è vero che il daghestano tutto vorrebbe fuorché combattere per una cintura ad interim e Conor intenderebbe sfidare uno dei due a settembre da campione e non da challenger, Dana White aveva detto chiaro e tondo che l’UFC non poteva aspettare i comodi del fighter irlandese oltre questa estate, cosa che avrebbe portato l’inattività del campione (ex?) a due anni: troppi, giacché come ha ammesso ai microfoni di FoxSports il commissioner “il tempo è il nemico degli atleti di questo sport, e non possiamo lasciare le cose in sospeso per sempre e privare gli altri lottatori di una opportunità“.
Non a caso la categoria dei pesi leggeri è in un vicolo cieco, considerando la melina di McGregor, il recente intervento al gomito subito a dicembre da Ferguson (ma potrebbe essere al 100% per aprile) e la volontà dichiarata, tramite manager, di Nurmagomedov di non voler disputare un match contro Tony per l’interim, come abbiamo scritto poc’anzi.
Se Conor e Ferguson se la giocassero proprio per l’interim, allora il russo potrebbe andare verso un incontro con Eddie Alvarez, che garantirebbe la sua bella dose di spettacolo. Spettacolo che però sarebbe di fattura se vogliamo più alta se fosse confermato un match Ferguson vs Nurmagomedov, in questo caso per il titolo ufficiale, dopo la cancellazione a sole 24 ore prima dell’incontro tra i due valido come co-main event di UFC 209 dello scorso marzo.

Leggi anche:  Tom Dumoulin si prende una pausa a tempo indeterminato. Carriera finita?

In ogni caso è chiaro il paradosso: Notorious, stando fermo e non facendo assolutamente nulla, sta complicando la situazione nella categoria dei leggeri nella UFC, dove assistiamo ad una escalation di ipotesi, incastri, calcoli e conti della serva come se piovessero. Un gioco del se e del ma che sta esaurendo la pazienza degli appassionati: non resta che attendere la conferma ufficiale della notizia di oggi, salvo nuovi e snervanti colpi di scena.

Qui l’articolo precedente con le altre ipotesi sul futuro di Conor McGregor

  •   
  •  
  •  
  •