Diritti UFC, accordo fatto: ESPN trasmetterà gli incontri subentrando a Fox Sports

Pubblicato il autore: Luca Santoro Segui

La notizia era nell’aria ed ora abbiamo praticamente l’ufficialità da alcune fonti che stanno circolando nelle ultime ore: la UFC (dove recentemente è sbarcato il nostro Carlo Pedersoli Jr, che il prossimo 27 maggio a Liverpool affronterà il suo match di debutto nella massima serie americana, primo welter italiano nella promozione a stelle e strisce) non sarà più di casa su Fox Sports ma traslocherà su ESPN. Si parla di un accordo quinquennale di ben 1,5 miliardi di dollari per trasmettere dal prossimo anno i match della più importante promotion di MMA al mondo.

Parliamo di una piccola rivoluzione nel mercato broadcasting americano legato alle arti marziali miste, dal momento che Fox Sports era la casa deputata dell’UFC dal 2011. Secondo le fonti ben informate pare perciò che il colosso a stelle e strisce dello sport, acquistato recentemente da un altro colosso ovvero la sempre più arrembante Disney, trasmetterà 10 card complete UFC assieme ai preliminari per una dozzina di eventi della promotion in pay-per-view, sia sul suo network televisivo che sulla piattaforma digitale ESPN+. A proposito dei diritti legati proprio al digitale, ricordiamo che già all’inizio di maggio l’emittente sportiva aveva chiuso un contratto relativo al versante Over The Top per l’UFC, dal valore di circa 750 milioni di dollari per cinque anni. In totale ogni anno, tra tv e web, ESPN dovrebbe mettere a disposizione dei propri utenti più di 30 eventi, a partire dal prossimo primo gennaio, data in cui l’accordo dovrebbe incominciare ad essere a regime. Pare che nel 2019 comunque non dovrebbe cambiare il format di 12 o 13 eventi UFC trasmessi annualmente a pagamento.

Diritti UFC: Fox Sports virerà verso la WWE?

Si tratta comunque di un passo avanti nel valore dei diritti della massima promozione di MMA al mondo, se consideriamo il fatto che Fox Sports per sette anni ha pagato intorno ai 100 milioni annuali per poter trasmettere i match: dalle parti di UFC però si sperava un apprezzamento che toccasse i 400 milioni ad anno allo scadere del contratto. Questo cambio di network arriva due anni dopo la vendita dell’UFC al consorzio WME-IMG per 4 miliardi di dollari, generando una plusvalenza record ai fratelli Fertitta, che possedevano la realtà MMA dal 2001. Dal canto suo Fox Sports si consolerà con lo show Smackdown della WWE, con cui pare abbia firmato un accordo per trasmetterlo dal prossimo anno, anche perché quella dell’UFC è una bella perdita per la divisione sport del colosso del broadcasting che basava molta della sua programmazione dei match sui canali 1 e 2 (lanciati nel 2013 grazie anche al traino degli incontri sull’ottagono della massima serie americana, che rappresentano gli eventi con più ascolto del network USA). Inoltre lo scorso anno è scaduta l’esclusiva negoziale di Fox Sports per i diritti tv della promotion.
Per ESPN un bel colpo dopo aver subito una serie di tagli negli ultimi anni per via del calo degli abbonati, pur restando una realtà abbastanza solida nei profitti: per fare un raffronto, a fronte dei 7 dollari al mese che il network racimola per utente (salendo a 9 per ESPN2 e gli altri canali di cui dispone), Fox Sports ne recupera nello stesso periodo e a persona 2.

  •   
  •  
  •  
  •