Mid Season Invitational 2018, la vittoria dei Royal Never Give Up

Pubblicato il autore: Eugenio Fofi Segui

 

Il Mid Season Invitational 2018

Il Mid Season Invitational 2018 si è concluso con una strabiliante vittoria dei Royal Never Give Up. La fase a gironi, sebbene con dei risultati inaspettati, si è conclusa secondo le previsioni e a passare alle semifinali sono stati: Fnatic; Flash Wolves; Royal Never Give Up e KING-ZONE DragonX.
Anche i risultati delle semifinali sono stati concordi alle previsioni, ma la finale è stata sicuramente una delle più agguerrite della storia del torneo, da 3 anni a questa parte.

Royal Never Give Up (Cina) vs Fnatic (Europa): semifinale

La prima semifinale, giocata venerdì, è stata piena di grandi giocate e ogni singolo game è stato teso fino all’ulitmo minuto. La serie si è conclusa con un 3 – 0 per i Royal Never Give Up, che hanno saputo gestiure a pieno le skill individuali dei Fnatic. Questi infatti, non hanno saputo gestire le varie situazioni di vantaggio, al contrario della squadra cinese, che scontro dopo scontro si è guadagnata un posto nella finale.

Leggi anche:  Fabio Aru replica a Saronni sullo sfogo avuto al Tour

Flash Wolves (Taiwan) vs KING-ZONE DragonX (Corea del Sud): semifinale

La seconda semifinale, giocata sabato, rappresentava lo scontro tra il 2° e il 3° team migliore della fase a gironi del torneo. Conclusa in un 3 – 1 per i KING-ZONE DragonX grazie alla famosa capacità della Corea di gestire una serie al meglio delle 5, in modo migliore degli altri continenti. I Flash Wolves d’altro canto sono riusciti a giocare a testa alta, ma la soprendente stile mostrato la settimana scorsa durante la fase a gironi non è bastato per assicuirarsi il posto in finale.

Royal Never Give Up vs KING-ZONE DragonX: la finale

Si conclude con un 3 – 1 di tutto rispetto, dove in ogni match le squadre hanno saputo mettere in gioco le proprie capacità, anche malgrado il risultato. La finale sarebbe potuta tranquillamente continuare per un altro game, non fosse che i Royal Never Give Up, sul 2 – 1, riesce ad individuare il punto debole della squadra avversaria e a sfruttarlo a proprio vantaggio: un fight che punta tutto a prendere fuori posizione ed eliminare i portatori di danni dei KZ.
Sicuramente un grandissimo traguardo per Uzi, il Tiratore dei RNG, che ambiva da anni ad un titolo mondiale, soltanto ora raggiunto. Secondo i più esperti, il Tiratore più forte da 4 anni.
Solo ora a segno in una competizione mondiale, ci aspettiamo grandi perfomance al World Championship che si svolgerà quest’estate.

Leggi anche:  Fabio Aru replica a Saronni sullo sfogo avuto al Tour

Forti, ma con qualche problema

Non è da tutti dimostrare solidità dall’inizio alla fine di una competizione, soprattutto quando il torneo si svolge 2 settimane dopo la conclusione di un’intera stagione. I Royal Never Give Up, hanno brillato e mostrato le loro qualita in questo Mid Season Invitational 2018, ma altri giocatori e/o altre squadre hanno mostrato i loro punti deboli.
Primi tra tutti proprio i coreani KING-ZONE DragonX, forse troppo dipendenti dalle prestazioni di Khan, il top laner che in Corea ha dominato su tutti.
Dai Flash Wolves e dai Fnatic non ci si aspettava altro, ma viste alcune partite della fase a gironi, avrebbero potuto mostrare qualche asso nella manica. Una non troppo valida condizione di vittoria, da un lato, e una difficoltà nel prendere decisioni in momenti cruciali, dall’altro, sono le motivazioni che più hanno danneggiato le due semifinaliste.

Leggi anche:  Fabio Aru replica a Saronni sullo sfogo avuto al Tour

Le competizioni di League of Legends riprenderanno a breve. Le stagioni assicureranno un posto al mondiale di Agosto. Chissà quali saranno le strategie attuate, ne vedremo delle belle.

  •   
  •  
  •  
  •