“Quanto erano belli gli anni Sessanta”, il nuovo libro di Ugo Russo

Pubblicato il autore: Maristella Cecinato Segui


Quanto erano belli gli anni Sessanta, questo il titolo del nuovo libro di Ugo Russo pubblicato dalle Edizioni Tagete. Centosettanta pagina in cui  la storica voce di “Tutto il calcio minuto per minuto” e giornalista con 52 primavere di carriera alle spalle, racconta un’epoca simbolo del secondo scorso con racconti, situazioni e aneddoti.

Anni ’60 che hanno rappresentato un decennio assai diverso dalla realtà attuale, nel quale c’erano beni più grandi che facevano sentire le persone dei re: i valori, l’amicizia vera, il rispetto, il culto della famiglia, una scuola e una sanità su cui contare, persino la genuinità di ciò che si mangiava.  Attraverso questi elementi, Ugo Russo, nel suo libro torna a suscitare sentimenti ed emozioni, specialmente in tutti coloro che quegli anni li hanno realmente vissuti, con la speranza che la lettura del testo anche da parte delle “nuove leve” possa far trarre insegnamento sul modo più giusto e pulito di percorrere la loro esistenza e far acquisire agli stessi giovani quel pizzico di modestia in più che non guasta mai.

Leggi anche:  WWE, a Wrestlemania la presenza del pubblico, ma ecco quando ritornerà

Come in molti dei suoi lavori precedenti lo scrittore si avvale di prefazioni e ricordi di grandi nomi, diventati suoi carissimi amici in tanti anni di carriera. E’ così anche questa volta con gli interventi di Don Backy, Sandro Mazzinghi, Sandro Mazzola e Carlo Romeo; vissero momenti fulgidi in quegli anni e li ricordano in questo libro.

  •   
  •  
  •  
  •