Ginnastica artistica, l’orizzonte si apre a nuove tendenze

Pubblicato il autore: Jessica Zanettin Segui

Come afferma la scienza, è ormai risaputo che lo sport sia un valido e vincente alleato per godere di buona salute, per combattere lo stress e la sedentarietà ed in generale per migliorare il corpo sia a livello fisico che a livello psicologico. Purtroppo però non tutti gli sport sono considerati allo stesso modo. Parliamo della ginnastica artistica e della bellezza di questa disciplina sportiva spesso poco conosciuta, che può essere praticata sia da donne che da uomini. Ciò che non viene considerato in questo sport, etichettato come “inferiore”, è la quantità di forza, di velocità, di mobilità articolare e di coordinazione richiesta per svolgere gli esercizi. Le sue origini sono da individuare nelle culture antichissime come quella cinese, egiziana e micenea. Al tempo veniva definito artistico qualunque movimento particolare che potesse essere effettuato con il corpo” e comprendeva molte più attività rispetto a quelle praticate in tempi più recenti. Anche se la definizione di “ginnastica artistica” è mutata varie volte nel corso dei secoli, ciò che è rimasto invariato sono i benefici che questa disciplina apporta al corpo e alla psiche.

Leggi anche:  Pallamano - Barcellona da favola: decima Champions League con l'en plein di vittorie

Se si considera la ginnastica artistica femminile, le discipline eseguite sono il volteggio, la trave, le parallele asimmetriche e il corpo libero. I movimenti svolti durante gli esercizi richiedono molta attenzione e precisione in quanto vengono valutati secondo parametri molto restrittivi. In particolare, se si considera il corpo libero, i movimenti devono essere fluidi e musicali ma anche originali perchè devono far risaltare le capacità e la bravura dell’atleta. Ogni esercizio coinvolge tutta la muscolatura del corpo e dunque può essere considerato, più di altri, uno sport completo. Maggiori benefici si ottengono iniziando a svolgere questo sport sin dalla giovane età, intorno ai 5-6 anni, cioè quando le articolazioni sono ancora elastiche e flessibili. Questo perchè è più semplice praticare gli esercizi proposti, acquisendo con gli anni e l’esperienza un altissimo livello di precisione. Non a caso le atlete femminili sono in grado di partecipare a competizioni internazionali di alto livello fin dall’adolescenza, mentre gli atleti maschili impiegano più tempo per essere preparati, in linea con il loro fisiologico sviluppo muscolare.

Leggi anche:  Pallamano - Barcellona da favola: decima Champions League con l'en plein di vittorie

A livello fisico la ginnastica artistica migliora il portamento, per cui le bambine possono sviluppare uno stile elegante e femminile e rafforza la muscolatura del corpo rendendolo più tonico, mentre a livello psicologico migliora l’autostima e la fiducia in se stessi sviluppando il continuo desiderio di superare i propri limiti. Migliora la coordinazione dei movimenti, ma soprattutto migliora la concentrazione, qualità che permette di allenare la mente sviluppando il massimo controllo sul proprio corpo.
E’ uno sport impegnativo che richiede costanza ed allenamenti molto intensi, difficilmente praticabile da tutti.

E’ proprio per questo motivo che recentemente è stato inserito tra le varie discipline sportive una particolare attività chiamata Calisthenics.
Il Calisthenics è una pratica che permette di tonificare la muscolatura del corpo rendendolo più agile e funzionale attraverso l’allenamento esclusivamente a corpo libero, mediante una sbarra a cui appendersi e due sostegni da usare come parallele. E’ ispirato alla ginnastica artistica in quanto condivide alcuni esercizi ma soprattutto focalizza l’attenzione sulla corretta esecuzione dei movimenti, sviluppando quindi la concentrazione. Ciò che differenzia questo sport dalla ginnastica artistica è il luogo in cui viene praticato: mentre la ginnastica artistica richiede una palestra attrezzata, il Calisthenics può essere praticato sostanzialmente ovunque: in palestra, a casa o all’aria aperta. Questo è uno dei motivi per cui rientra nella categoria di Street WorkOut.
I movimenti del Calisthenics sono più semplici e ripetibili, e dunque possono essere svolti da un maggior numero di persone, di qualunque età.

Leggi anche:  Pallamano - Barcellona da favola: decima Champions League con l'en plein di vittorie

E’ possibile quindi che la ginnastica artistica apra nuovi orizzonti verso discipline simili, praticabili da un maggior numero di persone, per aumentare la consapevolezza dei suoi benefici? A quanto pare questo “nuovo orizzonte” risponde proprio al nome di Calisthenics.

  •   
  •  
  •  
  •