Mondiali di nuoto in Corea del Sud:la coppia Minsini e Flamini salutano con un argento memorabile gli italiani nel duo misto libero.Detti ci regala la prima medaglia di bronzo sui 400mt sl. Setterosa e Settebello attendono i quarti.

Pubblicato il autore: Fabio Faiola Segui

Questa volta Manila Flamini e Giorgio Minisini hanno tentato in ogni modo di strappare l’oro alla Russia ma nonostante un esercizio ricco di difficoltà aggiuntive, i giudici non li hanno premiati come avrebbero meritato.
Nel loro esercizio si è visto tutto l’amore e la passione che un atleta possa mai mettere nel suo sport, dove soprattutto la Flamini alla sua ultima gara (almeno per un pò)tra i professionisti, ha eseguito con ardore la sua prova, grazie anche al consolidato affiatamento con il campione Minisini, i due big ci lasciano così,con 2 argenti in questa competizione iridata.

La gara come su scritto è andata al duo russo Gurbanberdieva-Maltsev con 92,9667 pt., che hanno staccato di  1,1334pt. gli azzurri a 91,8333 pt.,i quali a loro volta hanno distanziato la coppia americana May-Figueroa con 88,3000pt.
Adesso per Giorgia inizia la preparazione per la sua gara più bella della vita, cioè quella di diventare mamma e dovrà almeno per un biennio lasciare l’agonismo, e dalle sue parole in sala stampa si evince che probabilmente, poiché è ancora nel pieno del suo vigore fisico ed ama profondamente questo sport, ci sarà un suo gradito ritorno, ma questo lo potremo sapere solo a fine maternità e magari vedere tra qualche tempo  a fondo vasca anche il o la nuova arrivata in braccio al suo papà, ex atleta di nuoto Marco Bolognesi (che fu primatista italiano di nuoto per salvamento ed ora mental coach e trainer).
Per quanto riguarda l’atleta di Velletri, Minisini, dovrà trovare un altra compagna con cui cercare di prendere quel tanto agognato oro che gli sfugge da ormai 3 edizioni .
Infatti nel 2015 e nel 2017 giunse terzo con la Peruppato, anche lei ritiratasi, ed ora invece con la sua sparring partner ha ottenuto 2 splendidi argenti e chissà che non sia la volta buona di salire sul gradino più alto del podio già nella prossima edizione supportato da quella che sarà la sua nuova  collega di viaggio.
Forza Giorgio non demordere! Il lavoro paga sempre se fatto con meticolosità e cura del dettaglio come fai già.

L’altra bella notizia è giunta con l’onorevole 5to posto delle sirenette del sincro le quali nella prova del libero combinato hanno ottenuto 91.4667pt.e la gara è stata vinta dall’armata russa con 98,0000pt davanti a Cina ed Ucraina. Le 10 veneri italiane sono : Ferro, Di Camillo, Callegari, Salla,Galli,Pezone,Deidda,Cavanna,Cerruti e Piccoli; di meglio non avrebbero potuto fare in questa prova iridata e ora aspettiamo il salto di qualità definitivo per le prossime olimpiadi di tokyo2020.

Purtroppo nel trampolino dai 3mt  nel duo sincro misto Bertocchi e Verzotto(261,60pt.) non si sono espressi al meglio e giungendo tredicesimi hanno   sprecato una ottima occasione per vincere una medaglia ,ma soprattutto agguantare il 6to posto  che valeva la qualifica per le world series. Incredibilmente la serie di tuffi era iniziata con la rinuncia della Cina a competere per questa finale, per far riposare di piu’ il proprio atleta per la finale successiva dai 10mt,e tra lo stupore di tutti, si è creata l’ansia da prestazione di molte  squadre che con punteggi molto bassi hanno portato a casa medaglie importanti.La vittoria è andata agli australiani Keeney-Carter con 304,86 pt. sui canadesi Abel-Imbeau-Dulac fermatosi a 304,08,e al terzo posto i tedeschi Massenberg-Punzel hanno chiuso il podio con 301,62pt. Verzotto dichiarava a fine gara che queste sono le classiche giornate che iniziano male e finiscono peggio e per cercare le cause di questa disfatta ci vorrebbe la sfera di cristallo, ma chi gareggia a questi livelli sa che i passaggi a vuoto possono sempre capitare ,e se ce da salvare qualcosa salverei il 4to salto fatto dalla nostra coppia azzurra chiuso con un buon punteggio di 65pt, che è stato l’unico lampo di genio degno di nota. La Bertocchi a fine gara era molto provata , affranta, e con grande dispiacere non riusciva a capacitarsi della debaclè, ma noi vogliamo dirle che non è successo nulla di irreparabile e che già dai prossimi europei di Kiev vorremmo rivederla ai suoi livelli e riprendersi la scena che le compete.
Non abbatterti e volta pagina Elena!

Per quanto riguarda il Setterosa oggi si è delineato il quadro completo dei quarti di finale, dove le ns.azzurre affronteranno le ungheresi, che hanno asfaltato le neozelandesi per 17 a 6 e domani se la vedranno con le magiare a partire dalle 11 e 30, così come il settebello di Sandro Campagna se la vedrà contro la Grecia, che di misura ha battuto gli U.S.A per 11 a 9 dopo un match combattuto e tirato. Nelle finale dei 400mt sl Detti conquista un bronzo insperato fino a 100mt. dal traguardo e con una progressione decisiva saliva sul podio con 3min.43sec.23mil , preceduto dall’australiano Horton in 3min.43sec.17mil. e dal cinese Sun Yang in 3min.42sec.44mil.Ottima la prova dell’altro italiano in gara Marco De Tullio giunto 5to in 3min.44sec.86mil. che abbassa di oltre un secondo il suo precedente primato di 3min.45sec.99mil.
Paltrinieri intanto sta ricaricando le energie
psicofisiche per la gara che più gli è congenita, ovvero quei 1500mt che lo hanno reso famoso ed eterno nella galassia del nuoto.

Di seguito elenchiamo gli accoppiamenti dei quarti di finale nella pallanuoto femminile di lunedì 22 luglio:
Usa-Grecia
Russia-Australia
Spagna-Olanda
Italia-Ungheria ore 11 e 30 in Italia e ore 18 e 30 in Corea del Sud
Accoppiamenti quarti pallanuoto maschile di martedì 22 luglio:
Serbia-Spagna
Ungheria-Australia
Italia-Grecia ore 11e30 in Italia e 18e30 in Corea del Sud
Croazia-Germania.

  •   
  •  
  •  
  •