Beverley oscura i due “fenomeni” in casa Clippers: George e Leonard

Pubblicato il autore: gaetanomasiello91 Segui

Beverley, una vera forza per i Clippers. Los Angeles batte i Celtics nell’extratime 107 a 104 nella prima partita ufficiale dei suoi gioielli, George e Leonard ma la loro prova è oscurata dalla foga di Beverley. La squadra di Stevens si conferma tra le migliori nonostante il k.o. Il pubblico stava aspettando la tanto attesa prova della coppia George-Leonard ma Beverley ha sfoderato una prestazione formidabile nel supplementare contro Boston, club che ha ambizioni per vincere il titolo. Nonostante la superiorità di Beverley, i due fenomeni dei Clippers si sono messi comunque in evidenza: Leonard ha firmato con una ‘stoppata’ il possbile pareggio con un tiro dalla lunga distanza di Kemba Walker; George ha totalizzato 25 punti e 8 assist senza perdere un colpo. Beverley, però, è stato devastante e strepitoso: ha concluso il match con 14 punti, di cui 6 messi a segno nel tempo supplementare, 7 assist e 3 recuperi in un match spigoloso dove per i Celtics spicca Marcus Smart efficace quanto l’irruento Beverley.

Clippers, la gioia di Beverley

Beverley afferma: “Mi sono divertito parecchio con George e Leonard in campo”. I due hanno alzato il tasso tecnico dei Clippers alzando l’asticella del club, infatti puntano alla vittoria del titolo. Leonard viene da 3 partite di fila in cui non è sceso sul parquet a causa di una botta (chissà se vera) al ginocchio sinistro e ha concluso con 17 punti. George, invece, si è messo in evidenza giocando una buona gara sia in fase difensiva sia in quella offensiva. I Clippers hanno dunque in rosa tre top-player che possono fare la differenza: George, Leonard e Beverley sono i tre difensori più forti di tutta l’Nba. Beverley mette in evidenza come la sua squadra possa solo migliorare affinando l’intesta tra i tre: “Non abbiamo ancora avuto la possibilità di allenarci insieme”. Contro i Boston è stato solo l’inizio, gara a cui hanno contribuito i 27 punti di Lou Williams, importante nella rimonta durante il quarto periodo quando i Celtics erano avanti di 10 punti.

 

  •   
  •  
  •  
  •