Alessandro e il suo Triathlon in difesa dell’ambiente

Pubblicato il autore: Cecilia Alfier Segui

Anche lo sport veneto, anzi italiano, ha il suo “Greta Thunberg”, seppur con meno impatto mediatico. Si chiama Alessandro Fabian, classe 1988, ed è il più forte triatleta del nostro paese. Non sa molto del suo futuro, ma sa che gli insegnamenti dello sport ci saranno sempre. Li porterà nella vita quotidiana e li condividerà con gli altri, in particolare con i più giovani. Ho avuto l’occasione di incontrarlo, anche se solo virtualmente, e mi ha spiegato molte cose della sua vita e del suo progetto.La sua attività l’ha portato a partecipare a due Olimpiadi e a qualificarsi per la terza. Tuttavia, Alessandro sente che lo sport è molto più della mera competizione, lo sport può difendere l’ecosistema. Il triatleta ha avuto la possibilità di allenarsi spesso a contatto con la natura. “La natura in cui viviamo è tutt’uno con noi” mi dice. Da questa considerazione è nata l’idea di fondere sport e natura, come antidoto al periodo di crisi che stiamo vivendo, crisi di rispetto per l’ambiente e per noi stessi. “La possibilità di far vedere quanto speciale sia la natura ma anche quanto fragile sia, mi ha fornito la giusta motivazione per creare un evento, chiamato Elements Fury, in cui oltre al messaggio di eco-sostenibilità a cui noi possiamo aderire quotidianamente, ho inserito tre giornate di eventi. Tre giorni in tre città diverse e tre discipline diverse” mi dice. L’obiettivo di Elements Fury è la sensibilizzazione alla salvaguardia del Pianeta.

La scelta del Veneto
Il Veneto è stato scelto come meta di questo percorso, sia perché Alessandro è nato a Padova sia perché nel 2018 la regione è stata colpita da violenti nubifragi (per non parlare dell’acqua alta a Venezia di recente). Si è partiti il 22 Novembre in provincia di Belluno con una pedalata sulle montagne, cui è seguito un momento di ascolto degli abitanti, per commemorare la strage dei pini secolari delle Dolomiti. Il 23 Elements Fury si è spostato nella laguna veneziana, con la prova di nuoto. La conclusione è stata a Padova il 24 Novembre. L’urlo in difesa dell’ambiente è stato lanciato!
Ora Alessandro e il suo team si stanno adoperando per portare Elements Fury  al di fuori del Veneto.

  •   
  •  
  •  
  •