Nuoto:Europei di Glasgow in vasca corta.Le azzurre sono donne meravigliose, dalla Quadarella alla Pellegrini passando per la Pilato e la Carraro,finendo con la Caramignoli,senza dimenticare la Cusinato e tutte le altre,il futuro è assicurato.

Pubblicato il autore: Fabio Faiola Segui

Come da pronostico la romanissima Quadarella si impone negli 800mt. in 8min.10sec.30mill.,certo cronometricamente parlando, avrebbe potuto fare molto di meno, ma visti gli imminenti campionati assoluti questo tempo ci sta ed è bastato per portare a casa il suo primo oro in vasca da 25mt.
La sua vittoria non è mai stata in discussione sin dalle prime bracciate in cui è sempre stata  davanti, sia alla sua collega azzurra Caramignoli prima e successivamente all’ungherese Keseley, che hanno chiuso rispettivamente al terzo posto in 8’12”36”’ Martina, e in 8’11”77”’ la magiara Ajna.

Adesso ci aspettiamo un altro sorprendente 400mt s.l. da Simona, domenica 8 dicembre, dove anche se non è per ora la sua distanza ideale, ha già dimostrato di valere molto e le auguriamo di continuare a stupirci nonostante lo scarico in corso per via dei prossimi campionati italiani di Riccione della prossima settimana in vasca lunga.
La sorpresa , ma non troppo direi, è avvenuta grazie all’eterna Pellegrini, che è come il buon vino:  più invecchia, agonisticamente parlando,e più ottiene crono gratificanti su distanze in cui ha sempre sofferto come i 100mt. sl., che ieri le hanno regalato l’ingresso nella finale con il quinto tempo assoluto (terza nella sua batteria) di 52sec.58mill., quindi ci inchinamo alla sua immensità e longevità sportiva.

La nota dolente viene dalla Panziera nei 100mt. dorso, dove è giunta sesta in in 57”e45”’,per la cronaca la sua gara è stata vinta dall’olandese Toussaint in 55”e71”’.

Entra in finale la Cocconcelli nei 100 misti(59”46”’), che supera il record italiano della Segat(59”56”’) datato 2008.

Brutta giornata invece per Ilariona Cusinato, che  non supera le semifinali dei 100misti, cosi come la Di Liddo e la Bianchi, che non riescono per un soffio ad entrare in finale dei 50mt. farfalla.

Per quanto riguarda le medaglie della prima giornata, la piccola grande donna Pilato ha stracciato tutte migliorandosi di oltre mezzo secondo rispetto ai mondiali di questa estate dove fermò il cronometro sui 30sec.netti , mentre a Glasgow è scesa a 29”32”’, che gli vale come record mondiale juniores.
Nella
stessa gara è giunta seconda un’ altra giovane azzurra(26anni), che ha dato filo da torcere a Benedetta  fino alla fine chiudendo e conquistando un meritato argento con il ragguardevole tempo di 29”60”’,ovvero Martina Carraro, che si è messa alle spalle la concorrenza dell’altra brava nuotatrice irlandese McSharry terza in 29”87”’.
Per la Pilato
non possono che esserci solo parole di encomio perché a quella età(14anni), molte ragazze ancora sono dedite ai giochi e alla spensieratezza, come è giusto che sia; lei invece, sta sfidando il mondo a suon di record e medaglie, e credo che sarà la prima ragazza-donna nei prossimi anni ad infrangere il muro dei 28sec. sui 50rana grazie alla sua costanza e perseveranza negli allenamenti quotidiani ,oltre ovviamente al suo grande talento per il nuoto,per tanto auguri ,auguri e mille altre volte  auguri per tutto.

Sempre per quanto riguarda le medaglie femminili, la veneta Cusinato vince il bronzo nei 400misti in 4min.29sec.13mill.,dando segnali di ripresa dopo il deludente mondiale

.Gli uomini invece, portano a casa 3 medaglie tutte di bronzo con Scozzoli nei 50 rana,Detti nei 400sl., che sembra molto appesantito nella nuotata non più efficace di un tempo,e per ultimo, il terzo posto della staffetta 4×50 stile libero con Bocchia,Orsi,Izzo e Miressi sugli scudi.
Nelle gare di ieri invece da segnalare il quinto ed il sesto posto nei 400stile di Ballo e Megli, dove la vittoria è andata al lituano Rapsys in 1’41”42”’.Delle 8 medaglie che ci collocano al secondo posto, 5 sono delle donne e 3 degli uomini,aspettiamo dunque il contributo maschile quanto prima partendo dal pesce vela Paltrinieri, che ha ottenuto il miglior tempo in batteria sui 1500mt sl.(14min.18sec.10mill.risultato mostruoso), dove dovrà vedersela contro il cannibale di Romancuk, il quale approfittando della bontà di Greg.,  ha rubato tutti o quasi i suoi segreti degli allenamenti che facevano insieme in passato.;finendo con Acerenza e tutti gli altri a dire la loro.

Forza uomini fatevi valere come sempre!!!

  •   
  •  
  •  
  •