Europei 2020: il Setterosa stecca anche in Ungheria

Pubblicato il autore: Daniele Conti Segui


Agli Europei di Pallauono femminili 2020, disputati in Ungheria, il Setterosa ha centrato un deludente 5o posto. Apro così l’analisi sulla competizione continentale vista l’aspettativa importante che ci avvicinava alla manifestazione. Le Azzurre si sono arrese nei quarti di finale alla Russia, poi finalista e sconfitta da una Spagna che ha confermato l’ottimo momento di forma.

Il crollo delle grandi d’Europa in Ungheria

A far compagnia alla nostra nazionale sono state anche altre nazionali blasonate. Le magiare padrone di casa si sono arrese in semifinale al cospetto delle iberiche, cedendo per 10-11. A deludere sono state anche le olandesi che, con lo stesso risultato delle ungheresi, ma dopo i tiri di rigore, hanno abdicato contro le russe.

A sorprendere sono state principalmente le ragazze dell’Est Europa che sono tornate ai fasti di un decennio fa quando raccoglievano podi in quasi tutti i tornei. Per le giallorosse invece la conferma della crescita di un movimento che si può dire quello più competitivo a livello mondiale, non solo europeo.

Setterosa, come ripartire

Il quinto posto raccolto dalle nostre ragazze non può certamente soddisfarci, ma ci mette di fronte a una realtà inoppugnabile: il nostro è un movimento che vive una fase di cambiamento. La vittoria per 7-5 nello spareggio contro le greche ci ha visto prevalere in uno scontro diretto che qualche anno fa poteva valere una medaglia. Sopperire alla mancanze di personalità storiche non è semplice, soprattutto se sono solo due le realtà nazionali che offrono giocatrici pronte per palcoscenici internazionali.

  •   
  •  
  •  
  •