Coronavirus, rinviate le Olimpiadi di Tokyo 2020: adesso è ufficiale

Pubblicato il autore: Mattia DElia Segui

Dopo che il Comitato Olimpico degli Stati Uniti si è schierato insieme ad altri stati per lo slittamento delle Olimpiadi e che Canada, Gran Bretagna e Australia avevano minacciato di boicottare l’evento, è arrivata la decisione del CIO ( Comitato Olimpico Internazionale) su Tokyo 2020. Il CIO prima di prendere questa decisione, lo scorso weekend aveva preso tempo dichiarando che una decisione definitiva sarebbe arrivata nel giro di quattro settimane. Questa decisione è arrivata in queste ore e si tratta dello slittamento delle Olimpiadi. Secondo la Tv pubblica giapponese NHK, il premier giapponese Shinzo Abe ha chiesto ufficialmente la posticipazione di un anno, nel corso di una conferenza telefonica con Thomas Bach e con altri membri del Comitato Olimpico Internazionale. Al termine del colloquio, Shinzo Abe ha fatto sapere che il CIO è d’accordo al 100% al rinvio delle Olimpiadi. Una scelta dolorosa ma ritenuta inevitabile, visto lo stato attuale della pandemia di COVID-19. In questi minuti è arrivata anche l’ufficialità da parte del CIO che  con un comunicato ha ufficializzato il rinvio all’estate 2021.

Olimpiadi 2020 rinviate: il comunicato ufficiale del CIO

Direttamente sul sito ufficiale del Comitato Olimpico Internazionale, la nota ufficiale del rinvio delle Olimpiadi Tokyo 2020: “Nelle circostanze attuali e sulla base delle informazioni fornite oggi dall’OMS, il Presidente del CIO e il Primo Ministro del Giappone hanno concluso che i Giochi della XXXII Olimpiade di Tokyo devono essere riprogrammati a una data successiva al 2020, ma non oltre l’estate 2021, per salvaguardare la salute degli atleti, di tutti i partecipanti ai Giochi olimpici e della comunità internazionale“. Le Olimpiadi, infine, non cambieranno denominazione ma “manterranno il nome di Giochi Olimpici e Paralimpici di Tokyo 2020“.

  •   
  •  
  •  
  •