Olimpiadi di Tokyo a rischio anche nel 2021, se la pamdemia non sarà sottocontrollo

Pubblicato il autore: Fosco Taccini Segui

In queste settimane lo sport in tutto il mondo si sta chiedendo come riprendere le attività sportive. Infatti, appare, attualmente, molto difficile capire quali evoluzioni potrà avere la pandemia causata dal virus Covid-19. E la fase di incertezza, indubbiamente, non rende più facile prendere decisioni importanti, che potrebbero avere ricadute notevoli su più fronti.
Così, non stupisce, che proprio dal Giappone in queste ore arrivino notizie di incertezza sulla possibilità di svolgere a Tokyo le Olimpiadi il prossimo anno. Infatti, proprio a causa della grave emergenza sanitaria causata dal nuovo Coronavirus l’edizione prevista per quest’anno era stata rinviata al prossimo anno.
In una intervista al quotidiano Nikkan Sports è il presidente del comitato organizzatore, Yoshiro Mori, a esprimere tutte le sue preoccupazioni: “Se la pandemia non sarà sotto controllo nel 2021, i Giochi saranno cancellati“. Il presidente del comitato organizzatore ha paragonato la lotta al virus Covid-19 come a una guerra contro un nemico invisibile. Precisando inoltre che: “I Giochi non potranno essere posticipati oltre il prossimo anno“, ma se la guerra contro il Coronavirus verrà vinta “terremo le Olimpiadi in pace la prossima estate“.
Le parole di Yoshiro Mori fanno seguito a quelle dell’infettivologo giapponese, Kentaro Iwata (professore all’Università di Kobe), che si è recentemente espresso negativamente sulla possibilità di un regolare svolgimento delle Olimpiadi nell’estate 2021.
Il professore Iwata, inoltre, ha lanciato anche la proposta di svolgere i Giochi olimpici attraverso un format ridotto. Ma questa ipotesi è stata rigettata dagli stessi organizzatori.
A preoccupare in modo aggiuntivo gli organizzatori è la possibilità negativa di rivivere l’incubo del 1940. In quell’anno, infatti, i Giochi Olimpici in Giappone furono cancellati a causa degli eventi bellici della seconda guerra mondiale.
La speranza, diffusa in tutto il mondo, pertanto è quelle che venga sviluppato al più presto un vaccino efficace contro il Covid-19.

  •   
  •  
  •  
  •