Luna Rossa vola nella Prada Cup: Ineos battuta 2 a 0

Pubblicato il autore: Vincenzo Palumbo Segui

Neanche il tifoso più ottimista poteva augurarsi una partenza così da parte di Luna Rossa nella finale di Prada Cup. La prima giornata è stata chiusa con il team italiano avanti per 2 a 0 contro Ineos, il favorito della vigilia. L’euforia del momento non deve far perdere la concentrazione agli azzurri, la sfida è appena iniziata e mancano ancora tante regate, infatti si aggiudica la Prada Cup il team che per primo vince 7 regate (sono 13 in totale – ndr).

Predica gara Max Sirena, skipper e team director, il quale commenta: ” É stata una giornata positiva iniziata nel modo migliore, ma siamo solo all’inizio e abbiamo vinto solo le prime due regate. Sarà importante mantenere la concentrazione alta perché può succedere di tutto. Sicuramente domani scenderemo in acqua con la consapevolezza che la barca va molto bene. La cosa interessante è che oggi abbiamo regatato in condizione di vento leggero nella prima prova e di vento medio forte nella seconda. Questo per noi è stato molto importante perché ci ha aiutato a capire dove eravamo in termini di performance rispetto ai nostri avversari. I ragazzi sono stati bravissimi, hanno portato molto bene la barca. Non hanno sbagliato né la prima né la seconda partenza e sono stati perfetti a controllare il margine. Forse abbiamo commesso qualche errore nella seconda bolina, della seconda regata, ma naturalmente nelle prossime ore, lavoreremo e analizzeremo i dati per capire se dobbiamo fare qualcosa di più nelle prossime giornate. La serie è ancora molto lunga, quindi testa bassa e concentrati”

Leggi anche:  La Formula 1 delle moto d'acqua, ultima tappa del Campionato del Mondo in Kuwait

Luna Rossa domina la prima prova

A causa del vento troppo leggero, il primo round è iniziato con qualche minuto di ritardo. Luna Rossa parte bene e conquistato un buon vantaggio sugli inglesi sin dall’inizio, addirittura riesce a portarsi avanti di oltre 600 metri. Il team Ineos dopo qualche incertezza riprende il passo e tenta un disperato recupero sugli italiani che oramai sono lanciati al traguardo. La regata finisce con l’imbarcazione azzurra che precede gli avversari di 1:56 minuti.

Seconda prova combattuta ma Ineos deve arrendersi

Durante la seconda prova il vento arriva a toccare punte di 20 nodi. La sfida è decisamente più combattuta rispetto alla prima prova, non a caso nei primi minuti c’è un vero e proprio testa a testa durante il quale Ineos chiede una penalità (non assegnata) nei confronti di Luna Rossa. Il punto di svolta è il primo incrocio dove l’imbarcazione italiana riesce a guadagnare vantaggio e da qualche momento non lo perde più. Al traguardo il team dell’armatore Patrizio Bertelli arriva con 26 secondi di vantaggio sugli inglesi.

  •   
  •  
  •  
  •