Pallamano, Champions League 1ª giornata: il Barça passa a Flensburg, il PSG va ko a Veszprém

Pubblicato il autore: Alberto Rossi Segui


La sessantaduesima edizione della EHF Champions League di pallamano si apre nel segno dell’equilibrio. Delle otto gare in programma due si chiudono con un risultato di parità e cinque delle sei vittorie fanno registrare uno scarto non superiore alle quattro reti.

Girone A

Nel girone A i danesi dell’Aalborg Håndbold, finalisti nella passata edizione della massima rassegna continentale per club di pallamano, conseguono un’agevole affermazione esterna sull’HC PPD Zagreb per 34-24 grazie soprattutto alle parate dell’estremo difensore Mikael Aggerfors (14/41) e alle reti della micidiale ala sinistra norvegese Sebastian Barthold (9/9). Per i croati si tratta della quindicesima sconfitta consecutiva nella competizione.

A tenere il passo dell’Aalborg Håndbold è soltanto il THW Kiel riuscito in quattro circostanze ad assicurarsi il trofeo. I campioni di Germania, trascinati dall’ala destra svedese Niclas Ekberg (capocannoniere del raggruppamento con undici reti all’attivo), s’impongono in trasferta per 33-30 su un HC Meshkov Brest competitivo soltanto dopo lo scoccare del 10’.

Gli ungheresi del Pick Szeged strappano in rimonta un pareggio in terra francese contro il Montpellier Handball. I padroni di casa avanti di tre lunghezze a quattro minuti dal termine si bloccano in fase offensiva consentendo ai magiari di agganciare al 59’ la parità a quota 29 in virtù del nono centro personale dell’ala sinistra austriaca Sebastian Frimmel.

Leggi anche:  Vettori-Costa streaming UFC e diretta TV8? Dove vedere MMA

Termina con un pareggio anche la sfida tra Elverum Håndball e dell’HC Vardar 1961. La formazione norvegese, nel finale di gara, s’illude con le reti in rapida successione messe a segno dai suoi miglior marcatori Dominik Mathe e Sindre Heldal di poter incamerare la posta piena issandosi al 56’ sul 27-25. Yoel Cuni Morales e Stojanche Stoilov provvedono, per gli ospiti macedoni, a ristabilire definitivamente la parità.

Girone B

Il Barcellona, protagonista nella passata stagione di una straordinaria cavalcata verso il decimo trionfo continentale, ottiene nel big-match della prima giornata del girone B un convincente successo esterno per 25-21 sui vicecampioni di Germania dell’SG Flensburg-Handewitt. In una sfida che ha visto gli ospiti guidare sempre nel punteggio spiccano le prestazioni tra i pali di Gonzalo Perez de Vargas (16/36) per i catalani e di Benajmin Buric (17/42) per i tedeschi. La cattiva notizia per i blaugrana arriva dall’infortunio alla spalla sinistra occorso a Luka Cindrìc: il centrale croato dovrà essere sottoposto ad un intervento chirurgico.

Gli ungheresi del Telekom Veszpém HC, freschi trionfatori per la quarta volta nella SEHA League, conseguono al settimo tentativo la loro prima storica vittoria sul Paris Saint-Germain Handball. Il complesso francese, avanti per 3/4 di gara, subisce negli ultimi 15’ il veemente ritorno dei padroni di casa che finiscono per imporsi per 34-31. Principale artefice della rimonta magiara è il terzino destro egiziano Yahia Fathy Omar autore di dieci reti.

Leggi anche:  AEW, attacco di Andrade alla WWE

Ottimo debutto anche per il Club Sportiv Dinamo Bucarest. La formazione rumena affidata all’ex tecnico del Barcellona Xavi Pascual s’impone davanti al proprio pubblico sul Lomza Vive Kielce per 32-29. Gli ospiti, privi di diversi elementi di rilievo tra cui i fratelli Dujshebaev, recuperano nella ripresa cinque reti di svantaggio ma nella volata finale soccombono sotto i colpi del terzino sinistro brasiliano Raul Nantes top scorer del raggruppamento con undici segnature, cui quattro nei 10’ conclusivi.

Il quadro di risultati è completato dall’affermazione interna dell’HC Motor Zaporizhzhia sull’FC Porto per 30-27. I padroni di casa, dopo aver condotto anche con sei reti di scarto (14-8 al 29’) grazie ad un ottimo lavoro a livello difensivo, subiscono a poco meno di tre minuti dal termine l’aggancio portoghese a quota 27. A rimettere le cose a posto per gli ucraini ci pensano Artem Kozakevych, Dmytro Horiha e l’implacabile pivot bielorusso Viachslau Bokhan (8/8) firmando un decisivo mini-parziale di 3-0.

Leggi anche:  AEW, attacco di Andrade alla WWE
Pallamano, EHF Champions League Girone A

I risultati della prima giornata
Montpellier Handball (Fra) vs Pick Szeged (Hun) 29-29
HC Meshkov Brest (Blr) vs THW Kiel (Ger) 30-33
Elverum Håndball (Nor) vs HC Vardar 1961 (Mkd) 27-27
HC PPD Zagreb (Cro) vs Aalborg Håndbold (Den) 24-34
La classifica
01. Aalborg Håndbold (Den) 2
02. THW Kiel (Ger) 2
03. Pick Szeged (Hun) 1
04. Montpellier Handball (Fra) 1
05. HC Vardar 1961 (Mkd) 1
06. Elverum Håndball (Nor) 1
07. HC Meshkov Brest (Blr) 0
08. HC PPD Zagreb (Cro) 0

Pallamano, EHF Champions League Girone B

I risultati della prima giornata
Telekom Veszprém HC (Hun) vs Paris Saint-Germain Handball (Fra) 34-31
HC Motor Zaporizhzhia (Ukr) vs FC Porto (Por) 30-27
C.S. Dinamo Bucarest (Rou) vs Lomza Vive Kielce (Pol) 32-29
SG Flensburg-Handewitt (Ger) vs Barcellona (Esp) 21-25
La classifica
01. Barcellona (Esp) 2
02. Telekom Veszprém HC (Hun) 2
03. C.S. Dinamo Bucarest (Rou) 2
04. HC Motor Zaporizhzhia (Ukr) 2
05. Paris Saint-Germain Handball (Fra) 0
06. Lomza Vive Kielce (Pol) 0
07. FC Porto (Por) 0
08. SG Flensburg-Handewitt (Ger) 0

  •   
  •  
  •  
  •