Campionati Italiani Assoluti Indoor di Atletica Leggera

Pubblicato il autore: rizzoli giorgio Segui

2 giorni di gare fra sabato 17 e domenica 18 febbraio, oltre al prologo venerdì 16 febbraio con la sola gara di alto maschile, per i Campionati Italiani Assoluti Indoor di Atletica Leggera.
Ci sono stati risultati di buon rilievo, considerato anche l’attuale momento dell’atletica italiana, che hanno dimostrato una buona vitalità in alcuni settori, con l’ottenimento da parte di alcuni atleti delle prestazioni standard richieste dalla Federazione per la partecipazione ai prossimi Campionati Mondiali Indoor che si svolgeranno a Birmingham (Gran Bretagna) dall’1 al 4 marzo.
Nei 60 metri donne Anna Bongiorni (Carabinieri) ha bissato il titolo vinto lo scorso anno e con il tempo di 7.27 ottenuto nella finale ha realizzato una prestazione inferiore al 7.30 richiesto. Nella gara di oggi Bongiorni ha preceduto Irene Siragusa (Esercito), al 2° posto in 7.32 e Johanelis Herrera Abreu (Atl. Brescia 1950 Ispa Group) al 3° con 7.34 (e 7.32 in batteria).
Anche nei 400 metri donne 2 atlete entrano nei tempi standard richiesti per i Mondiali di Birmingham: in una gara combattuta ha prevalso Raphaela Lukudo (Esercito) con il tempo di 53.08, che ha preceduto la favorita Ayomide Folorunso (Fiamme Oro) con 53.15, ma entrambe hanno centrato l’obiettivo di 53.15.
Anche nei 60 hs uomini è stato ottenuto il tempo standard per i Mondiali: è Hassane Fofana (Fiamme Oro) a vincere il titolo con 7.66 (7.70 il tempo limite richiesto) e nella finale ha preceduto Lorenzo Perini (Aeronautica) con 7.78.
Nelle altre gare dei Campionati Italiani Assoluti Indoor le doppiette di Yassin Bouih e di Margherita Magnani (Fiamme Gialle) nei 1500 e nei 3000 metri. Bouih ha vinto sabato i 1500 in 3.44.19 e domenica i 3000 in 8.17.99. Nelle stesse giornate la Magnani ha vinto i 1500 in 4.17.11 e i 3000 metri in 9.15.90.
Nel triplo il 41enne Fabrizio Donato ha vinto l’ennesimo titolo in carriera, con la misura di 16,94.
Questi gli altri campioni italiani assoluti indoor 2018.
Uomini. 60 metri: Michael Tumi (Fiamme Oro) 6.70; 400 metri: Vladimir Aceti (Atl. Vis Nova Giussano) 46.95; 800 metri: Simone Barontini (Sef Stamura Ancona) 1.49.99; alto: Stefano Sottile (Fiamme Azzurre) 2,24; asta: Claudio Michel Stecchi (Fiamme Gialle) 5,55; lungo: Antonino Trio (Cus Palermo) 7,88; peso: Leonardo Fabbri (Aeronautica) 19,17; marcia 5000 metri: Francesco Fortunato (Fiamme Gialle) 18.55.26; 4×200: Fiamme Gialle 1.27.03.
Donne: 800 metri: Elena Bellò (Fiamme Azzurre) 2.05.3; 60 hs: Veronica Borsi (Acsi Italia Atletica) 8.19; alto: Alessia Trost (Fiamme Gialle) 1,90; asta: Roberta Bruni (Carabinieri) 4,35; lungo: Tania Vicenzino (Esercito) 6,52; triplo: Ottavia Cestonaro (Carabinieri) 13,47; peso: Chiara Rosa (Fiamme Azzurre) 16,71; marcia 3000 metri: Antonella Palmisano (Fiamme Gialle) 11.55.30; 4×200: Carabinieri 1.36.88.

La foto di Hassane Fofana è di FIDAL COLOMBO/FIDAL

  •   
  •  
  •  
  •