Atletica leggera: 72 ore alla Casaglia San Luca

Pubblicato il autore: rizzoli giorgio Segui

Mercoledì 18 luglio alle ore 12.00 presso la sede Ascom di Bologna in Strada Maggiore, si svolgerà la conferenza stampa di presentazione per la 36^ edizione della Casaglia San Luca, in programma venerdì 20 luglio alle ore 21.00.
La Casaglia San Luca è una classica corsa su strada di grande tradizione, con la prima edizione che si è svolta nel 1966 e che ha avuto tra i suoi protagonisti campioni olimpici come Frank Shorter e Gelindo Bordin, grandi campioni come Franco Fava e atleti africani come Jean Baptiste Simukeka che con 30’15” deteneva il record della corsa nel vecchio percorso, con partenza e arrivo da via XXI Aprile a Bologna.
Da alcuni anni il percorso è rimasto identico nei tratto caratteristico (la salita di Casaglia, la discesa verso Monte Albano, le salitelle per arrivare a San Luca davanti alla Basilica, la ripida discesa di 2 km verso il traguardo), ma è variata partenza e arrivo che sono ora da Piazza della Pace a Bologna, davanti alla Torre di Maratona.
Il record della corsa sul tracciato attuale è quindi di Rudy Magagnoli, vincitore della edizione 2017, con il tempo di 35’45” e analogamente. per le donne, di Isabella Morlini con 41’22”.
Quindi grande classica, con tradizione e innovazione.
La tradizione, oltre che nei tratti caratteristici del percorso, la si ritrova con la corsa in programma al venerdì e con partenza alle ore 21.00, che si disputerà quindi in semi notturna. Non più settembre, come si corse per tanti anni, ma a metà luglio, periodo considerato adatto in quanto l’attività atletica non si ferma mai e se vogliamo anche al termine della stagione delle gare su pista per chi ha obiettivi di mezzofondo veloce.
L’innovazione, come era stato sperimentato nella edizione 2017, sono, fra l’altro, i 2 tratti cronometrati “Final Climb” e “Downhill Speed”. Il primo è un tratto di 500 metri in salita, prima del passaggio davanti alla Basilica di San Luca. Il secondo sono gli ultimi 2,1 km in discesa e fino all’arrivo, come una sorta di km lanciato.
Innovazione è anche la classifica combinata basata su 3 gare bolognesi organizzate direttamente o in collaborazione dalla Acquadela Bologna: il 22 aprile si è già svolta la 10 km a Lovoleto, il 20 luglio la Casaglia San Luca e il 15 settembre la Ripoli Trail: 3 gare diverse (pianura la prima, collinare la seconda, trail la terza) che prendono in considerazione la gamma delle varie attività di corsa non stadia.
L’albo d’oro maschile.
1966: Querzè Claudio
1967: Mantovani Mauro
1968: Bentini Sergio
1969: Brutti Antonio
1970: Brutti Antonio
1971: Cindolo Giuseppe
1972: Cindolo Giuseppe
1973: Solone Claudio
1974: Shorter Frank
1975: Lauro Luigi
1976: Fava Franco
1977: Fava Franco
1978: Vainio Martti
1979: Floroiu Ilie
1980: Solone Claudio
1981: Hagelsteen Alex
1982: Hagelsteen Alex
1983: Bordin Gelindo
1984: Da Silva Jose Joao
1985: Bordin Gelindo
1986: Bordin Gelindo
1987: Denti Giuseppe
2000: Guidett Luigi
2001: Treve Mattia
2002: Treve Mattia
2003: Muli Pius
2004: Sigei Andrew
2005: Tanui Philemon Kibet
2006: Rotich Salomon
2007: Rugut Kipngetich Nahashon
2008: Too Kipkurgat Julius
2009: Simukeka Jean Baptiste
2010: Kigen Kibet James
2015: Magagnoli Rudy
2017: Magagnoli Rudy
L’albo d’oro femminile
1983: Smeeth Ruth
1984: Colombo Stefania
1985: Teo Giuliana
1986: Taroni Cesarina
2000: Bondioli Monica
2001: Bondioli Monica
2002: De Bert Ljudmilla
2003: Sedoni Romina
2004: Cherono Gladys
2005: Pezzotti Monica
2006: Freda Monica
2007: Ricci Laura
2008: Nanu Ana
2009: Nanu Ana
2010: Nanu Ana
2015: Battacchi Francesca
2017: Morlini Isabella

  •   
  •  
  •  
  •