Atletica leggera: ad Arezzo i Campionati Italiani Master con oltre 1300 atleti

Pubblicato il autore: rizzoli giorgio Segui

Con la presenza di Marco Lingua, 10 titoli nazionali assoluti nel lancio del martello, fra cui gli ultimi 2 estivi e 4 invernali, i Campionati Italiani Master su Pista 2018 che si sono svolti ad Arezzo da venerdì 29 giugno a domenica 1 luglio, hanno avuto forse per la prima volta nella storia una partecipazione di un campione italiano assoluto in carica. Onore a Marco Lingua, un atleta a volte ai ma, rgini dell’atletica nazionale nonostante i risultati, che non gli hanno potuto comunque impedire la convocazione ai Campionati Mondiali di Londra 2017, dove ha conquistato la qualificazione alla finale, piazzandosi al 10° posto. Dal 2016 Marco Lingua, in passato anche alle Fiamme Gialle, ha fondato una società di atletica “personale” denominata “Asd Marco Lingua 4ever” e con la quale ha vinto quindi anche il titolo italiano master sm40 venerdì 29 giugno ad Arezzo, con la misura di 72,09 (la sua migliore misura stagionale rimane 74,71 del 20 giugno).
Non è stata solo la presenza di Marco Lingua a dare importanza a questa manifestazione, che come ogni anno porta nella sede della gara (quest’anno Arezzo come fu nel 2016) oltre 1000 atleti, suddivisi in categorie di 5 anni a partire dai 35. E quest’anno si è arrivati alla categoria 100, grazie a quell’incredibile personaggio che è Giuseppe Ottaviani, classe 1916, che si è cimentato nel salto in lungo (0,75 la sua misura) e nel lancio del peso (2,87).
Un’altra presenza di grande rilievo è stata quella dell’ex nazionale di maratona Gloria Marconi. Nata nel 1968 e quindi quest’anno al debutto nella categoria sf50, ancora fino a pochi anni fa era un’atleta nel giro della nazionale, con 13 presenze, fra le quali un Campionato Mondiale e 2 Campionati Europei. Da alcuni anni si è tesserata per una formazione toscana, La Galla Pontedera, e nelle 3 giornate di Arezzo si è cimentata sabato nei 1500 e oggi negli 800. Relativamente facile la sua vittoria nei 1500, in cui ha comunque realizzato il primato nazionale con 4.49.32, combattutissima la vittoria di oggi negli 800 metri, nei quali si è trovata ad affrontare una specialista di questa gara, Cristina Gallì, che è partita molto rapida, passando ai 400 metri in 1.10.5, in netto vantaggio su di lei. Ma all’inizio del rettilineo finale la Marconi, con grande classe e determinazione, ha raggiunto e superato la Gallì, vincendo la gara con il tempo di 2.25.22, esattamente un secondo di meno della Gallì.
Fra gli altri ex nazionali in gara ad Arezzo, i lanciatori Carmelo Rado, classe 1933, che ha vinto le gare di disco, martello e martello con maniglia. Nel disco e nel martello con maniglia ha migliorato i primati italiani sm85 con 35,37 e 14,86 e Maria Luisa Fancello, classe 1943, anche lei al primato italiano del disco sf75 0,750 kg con 25,37.
Anche Sandra Dini, classe 1958, è stata nazionale di atletica con 28 presenze in nazionale e un personale nel salto in alto di 1,92 nel 1981, negli anni in cui in Italia dominava Sara Simeoni. Oggi la Dini ha vinto il titolo italiano sf60 con 1,32.
Primati italiani, fra gli altri, anche per Hubert Indra, classe 1957, che nei 100 hs ha migliorato il primato italiano sm60 con 15.58 en nella categoria sm70 con Vincenzo Barisciano nei 100 metri con 13.10 e Livio Bugiardini nei 200 metri e 400 metri  con 27.31 e 1.01.19.
Arrigo Ghi, classe 1944, ha migliorato il già suo primato italiano dell’asta sm70 da 3,10 a 3,20 e ha vinto anche le gare di lungo con 4,42 e triplo con 9,54.
Grande impressione ha fatto Giuseppe Ugolini, dominatore degli 800 e 1500 sm55, specialità in cui ha fatto gara a sè e che ha vinto con ampio margine sugli altri atleti: 2.10.43 il suo tempo negli 800 e 4.37.04 nei 1500.
Fra le donne vittorie delle bolognesi Patrizia Passerini nei 300 hs e 2000 siepi sf55 e per Angela Pachioli nei 400 metri sf60.
Solite vittorie anche per Paola Tiselli negli 800 e nei 1500 sf45, in cui ha preceduto Alessandra Lena, che è riuscita a impegnarla fino in fondo e per Elena Giovanna Fustella che ha fatto tris con 800, 1500 e 5000 sf55, come del resto è abituata a fare nelle varie edizioni dei Campionati Italiani Master.

Nella foto Marco Lingua intervistato dallo speaker Michele Marescalchi.

  •   
  •  
  •  
  •