Atletica leggera: Francesco Lama vince l’asta al Memorial Cavulli di Imola

Pubblicato il autore: rizzoli giorgio Segui

Foto Pixabay

Bella atletica a Imola per la 25^ edizione del Memorial Claudia Cavulli.
Le gare disputate martedì 3 luglio allo Stadio Romeo Galli sono iniziate con quelle dedicate al settore giovanile.
Si parte con i 60 metri dove nei ragazzi vince Gabriele Fortarezza con 9.40 e nelle ragazze Beatrice Minotti con 8.70.
E’ poi il turno dei cadetti, con le gare a seguire degli 80 metri e dei 1000 metri. Nei cadetti Yonas Cavina vince gli 80 metri in 9,93 e Tommaso Ajello è il 1° nei 1000 con 2.51.68. Nelle cadette vincono Caterina Benincasa con 10.46 e Maria Celeste Veroli in 3.14.97.
Ancora i ragazzi con i 1000 metri ed è l’ennesimo successo per il primatista regionale della Emilia Romagna Abrham Angino Asado con 2.54.70, mentre nelle ragazze si impone Lovepreet Rai con 3.27.16.
Iniziano le gare assolute e la prima gara è il disco maschile vinto da Gabriele Natali con il primato personale nettamente migliorato di 47,86. Segue l’asta maschile, una delle gare più attese, per la presenza del campione italiano promesse 2018 Matteo Cristoforo Capello, ma invece il successo va all’imolese Francesco Lama con 5,20, con Capello fermo a 5,10.
Nel triplo femminile successo di Elisa Rinaldi con 11,79, mentre nella pedana del giavellotto il miglior risultato è della allieva Linda Panza con 34,19 con l’attrezzo da 500 grammi.
Iniziano le gare di corsa per il settore assoluto: erano previste le c.d. serie top nei 100 metri e nei 400 metri, in pratica le serie migliori consecutive fra donne e uomini, a conclusione delle serie “minori”. Nei 100 metri successi per Marco Gianantoni con 10.85 e Zaynab Dosso con 12.12. Nei 400 metri vincono Alessandro Franceschini con 48.92 e Chiara Calgarini con 58.10.
Proseguono intanto anche i concorsi: nel martello femminile belle misure per le assolute con i 4 kg per Agata Gremi con 53,57 e con i 3 kg per le allieve Giada Ceccarelli che migliora il personale e si porta a 55,28. Nel giavellotto maschile assoluto 59,68 per Alessandro Sansoni, mentre negli allievi con i 700 grammi vince Matteo Zigni con 56,14. In pedana anche il triplo maschile in cui si impone lo junior Sebastiano Grassi con 14,05.
Il clou della manifestazione sono i 1500 metri, gare intitolate a Claudia Cavulli, indimenticata mezzofondista della Sacmi Imola, società organizzatrice della manifestazione. Nella gara femminile successo per Ilaria Sabbatini con 4.36.96, davanti a Judit Varga con 4.41.48 e a Catia Solaroli con 4.46.61. Nella gara maschile vittoria per Ahmed Abdelwahed nell’ottimo tempo di 3.45.54; lo seguono Stefano Massimi con 3.52.04, Nicolò Olivo con 3.53.65, Omar Stefani con 3.55.41, Luis Ricciardi con 3.59.03 e Luca Malpighi con 4.00.03.
Le gare si concludono con i 3000 siepi vinti da Chiara Bazzani in 11.38.79 e Salvatore Franzese in 10.13.33.

  •   
  •  
  •  
  •