Atletica leggera: il ritorno di Gianmarco Tamberi a Montecarlo

Pubblicato il autore: rizzoli giorgio Segui

Gianmarco Tamberi – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Sono passati 2 anni e qualche giorno, da quel 15 luglio 2016 quando nella stupenda cornice di Montecarlo, al Meeting Herculis della Iaaf Diamond League, si svolse una delle più belle gare di sempre di salto in alto, con sommo protagonista Gianmarco Tamberi. In quella occasione l’atleta marchigiano delle Fiamme Gialle, l’atleta nazionale di maggior spicco, vinse la gara con la misura di 2,39, nuovo record italiano e in pochi minuti, dalla gioia per l’eccezionale impresa, si passò alla disperazione per l’infortunio che gli impedì la partecipazione alle Olimpiadi di Londra, dove evidentemente sarebbe stato il favorito, e, dopo la ripresa dell’attività, lo sta ancora condizionando nel ripetere le misure ante infortunio.
In quella gara aveva migliorato di 2 cm il primato italiano di 2,37, che aveva ottenuto l’anno precedente al meeting tedesco di Eberstadt e di 1 cm la misura indoor che aveva superato nella stagione invernale 2016 a Hustopece, circa 1 mese prima di vincere il titolo mondiale a Portland con 2,36. Nella stupenda stagione 2016 Tamberi aveva vinto anche il titolo europeo ad Amsterdam, 5 giorni prima della gara di Montecarlo, con la misura di 2,32.
Nella gara di Montecarlo, dopo avere superato alla seconda prova 2,31 e 2,34 e alla prima 2,37, era riuscito nell’impresa del salto record a 2,39 alla terza prova. Battuti il campione del mondo 2013 Bohdan Bondarenko con 2,37 e il siriano Ghazal con 2,34.
Tamberi tenta l’assalto a 2,41, ma nel secondo tentativo c’è l’infortunio alla caviglia sinistra e la serata magica si conclude tristemente.
Gli accertamenti diagnostici del giorno successivo stabiliranno che l’entità dell’infortunio è di una certa gravità, tale da rinunciare al sogno olimpico e di costringerlo a un’operazione chirurgica.
Rientrato alle gare nel 2017, con un promettente e iniziale 2,18 il 14 giugno a San Marino, Tamberi ha recuperato nelle gare successive centimetro su centimetro, portandosi a 2,29 nelle qualificazioni ai Campionati Mondiali di Londra, purtroppo primo fra i non ammessi alla finale.
In questa stagione il suo miglior risultato è stato sino ad ora 2,26 il 2 luglio a Szekesfehervar, oltre a 2 altre gare a 2,25.
E venerdì 20 luglio Tamberi farà ritorno al meeting Herculis a Montecarlo, dove troverà Danil Lysenko, vice campione del mondo nel 2017, il siriano Ghazal e il sorprendente keniano Sawe. Non ci sarà invece Mutaz Barshim, anche lui infortunato in una recente gara che lo costringerà a rinunciare a tutto il resto della stagione.
Le migliori prestazioni di Gianmarco Tamberi (sopra i 2,30)
15 luglio 2016: 2,39 (1) Montecarlo – Herculis
13 febbraio 2016: 2,38 (1) Hustopece
2 agosto 2015: 2,37 (2) Eberstadt
6 marzo 2016: 2,36 (1) Ancona – Campionati Italiani Indoor
19 marzo 2016: 2,36 (1) Portland – Campionati Mondiali Indoor
26 giugno 2016: 2,36 (1) Rieti – Campionati Italiani Assoluti
4 febbraio 2016: 2,35 (1) Banska Bystrica
1 luglio 2015 : 2,34 (1) Colonia
7 febbraio 2016: 2,33 (1) Trinec
10 luglio 2016: 2,32 (1) Amsterdam – Campionati Europei
8 luglio 2012: 2,31 (1) Bressanone – Campionati Italiani Assoluti
6 febbraio 2013: 2,30 (1) Banska Bystrica
6 settembre 2015: 2,30 (1) Padova
2 giugno 2016: 2,30 (3) Roma – Golden Gala

Graduatoria italiana all time salto in alto (outdoor)
2,39 Tamberi Gianmarco – Montecarlo 15/7/16
2,33 Benvenuti Marcello – Verona 12/9/89
2,33 Fassinotti Marco – Oslo 11/6/15
2,32 Toso Luca – Torino 21/7/88
2,31 Bettinelli Andrea – Rieti 3/8/03
2,31 Ciotti Giulio – Viersen 2/7/06
2,31 Chesani Silvano – Modena 1/6/13
2,30 Di Giorgio Massimo – Udine 13/6/81
2,30 Ferrari Roberto – Roma 26/6/93
2,30 Talotti Alessandro – Firenze 21/6/03
(10)
2,30 Ciotti Nicola – Viersen 20/7/03
2,30 Campioli Filippo – Formia 20/6/08
2,28 Borghi Paolo – S.L.Piave 25/5/80
2,28 Borellini Fabrizio – Roma 8/5/88
2,28 Pagani Daniele – Spalato 31/8/90
2,28 Bernasconi Ivan – Caorle 10/7/99
2,27 Raise Oscar – Bologna 19/9/79
2,27 Bruni Bruno – Bologna 19/9/79
2,27 Tamberi Marco – Udine 12/6/83
2,27 Davito Gianni – Roma 19/7/83
(20)
2,27 Furlani Marcello – Roma 12/10/85
2,27 Rossi Eugenio – Caprino Veronese 28/6/15

  •   
  •  
  •  
  •