Naiser sospesa, rischia due anni di stop

Pubblicato il autore: Demetrio Segui

Sospesa Naiser

Gli sportivi lo sanno che è un attimo passare dalle stelle alle stalle. Un giorno sei campione del mondo nello sport che pratichi e il giorno dopo rischi il baratro per un obbligo non rispettato. L’essere sportivo è questo un insieme di gioie e dolori, dalle stelle alle stalle appunto basta un amen. Quanti campioni di ogni disciplina hanno trionfato salvo poi ritrovarsi a dover combattere contro un destino assurdo. L’ultimo esempio arriva dall’atletica leggera laddove è sospesa Naiser, atleta del Bahrain.

Sospesa Naiser: stop di due anni?

Salwa Eid Naiser, atleta del Bahrain appunto, giovanissima, appena 22enne e già un curriculum di tutto rispetto nel mondo dell’atletica leggera. La Gazzetta ricorda come questa giovane promessa aveva già conquistato la medaglia d’argento ai Mondiali del 2017, mentre lo scorso ottobre aveva avuto la capacità, sui 400 mt, di mettere tutti dietro di sè, diventando campionessa del mondo. Si correva a Doha, Naiser aveva chiuso la corsa in 48″14, che risultò essere il terzo miglior tempo di sempre, addirittura il più veloce nel trentacinquennio dal 1985 ad oggi. Robe da campioni. Ma come detto, a volte, i campioni si trovano a dover fare i conti con un’altra realtà ben più cruda ed è quanto è capitato a Salwa nelle ultime ore. La Integrity Union contesta all’atleta la violazione delle norme sulla localizzazione in materia antidoping. In sostanza la sospensione sarebbe dovuta al fatto che Naiser non si sarebbe fatta trovare ai controlli antidoping. E’opportuno ricordare come gli atleti devono attenersi ad alcuni obblighi, tra cui quello di farsi trovare in casa, 1h al giorno per controlli a sorpresa. E’ ciò quanto avrebbe causato la possibile sospensione Naiser. Cosa rischia la giovane atleta del Bahrain? Nei prossimi giorni si saprà tutto con certezza, ma dalle prime indiscrezioni si parla di un possibile stop di due anni. 24 mesi, dunque, lontana dalle corse, una pena non da poco per una campionessa che non più tardi di 8 mesi fa ha fermato il cronometro in 48″14.

  •   
  •  
  •  
  •