Trials statunitensi di Atletica: i risultati

Pubblicato il autore: Matteo Monaco Segui

Nell’anno olimpico i risultati dei Trials statunitensi di atletica sono sempre sotto l’occhio di tutti.
Quest’anno i risultati sono stati impressionanti. Due record del mondo, infinite migliori prestazioni mondiali dell’anno. Grandi risultati sia in pista che in pedana. Dalla pedana del peso il risultato più sorprendente: Ryan Crouser ha lanciato la sfera di ottone 25 centimetri più in là di Randy Barnes, abbattendo un record che durava da 31 anni. L’altro record è stato quello di Sidney McLaughlin che nei 400 metri con ostacoli è stata la prima donna ad abbattere il muro dei 52″ con un fantastico 51″90.
Grandi protagonisti ai Giochi saranno Grant Holloway e Ray Benjamin che sempre negli ostacoli (110 il primo 400 il secondo) hanno avvicinato i record del mondo con prestazioni monstre: 12″81 per il primo e un pazzesco 46″83 per il secondo.

La velocità è stata la grande protagonista di questi Trials statunitensi di atletica. Nei 100 metri Trayvon Brommell si impone con 9″80 giungendo a Tokyo da favorito. Nella distanza doppia hanno impressionato sia il favorito Lyles, primo con 19″74 che il giovanissimo talento Knighton, terzo con il mondiale under 20 a 19″84, strappato a un certo Usain Bolt. Tra le donne Sha’Carri Richardson si presenta con un sensazionale 10″64 sui 100. Nella distanza doppia c’è stato un vero e proprio explois della venticinquenne Gabby Thomas, prima sul traguardo con 21″61.

Tra gli altri risultati dei Trials statunitensi di atletica, il secondo posto di Allyson Felix nei 400 metri, pronta alla sua quinta olimpiade. Il 7m13 di Brittney Reese nel lungo e il 80m31 di DeAnna Price nel martello. Tra gli uomini ottimo il 44″07 di Norman e doppio successo di “MrJump” Harrison, volato a 8m47 nel lungo e a 2m33 nell’alto.

  •   
  •  
  •  
  •