Highlights Nba Finals 2014: San Antonio sbanca di nuovo Miami, ora il titolo è vicinissimo

Pubblicato il autore: Vincenzo Di Vaio Segui

Spurs high five

Roma – Comunque vada, le Nba Finals 2014 non saranno certamente decise dal fattore campo. Per la terza volta, in quattro gare, la squadra ospite riesce a piazzare il colpo esterno: dopo la vittoria di Miami in Texas, gli Spurs hanno violato due volte di fila l’AmericanAirlines Arena ed ora avranno subito il match ball in Gara 5, fattore campo permettendo. Con Leonard, autore di una doppia doppia, di nuovo sugli scudi, gli Spurs sono riusciti a passare con il punteggio di 107-86 umiliando gli Heat, ormai aggrappati solo ai punti ed al talento di LeBron James. Sarà dura per la squadra di Miami rimettere insieme i cocci dopo queste due brucianti sconfitte: a San Antonio troverà una squadra agguerrita ed un clima pronto alla festa.

Highlights Nba Finals 2014, San Antonio ha di nuovo una partenza a razzo

I bianconeri partono subito forte, ma non con le percentuali impossibili registrate in Gara 3 e si portanto subito sul +9 al 5′ (4-13). Miami abbozza una reazione con Wade e Bosh, ma non riescono ad accorciare le distanze, complici i punti di Diaw e Mills che mantengono inalterato il distacco. Il primo quarto si chiude con gli Spurs avanti per 26-17, e la seconda frazione di gioco va avanti sulla stessa falsariga della prima: cambiano gli addendi, questa volta sugli scudi ci sono Manu Ginobili e Kawhi Leonard (ottima la sua prova difensiva), ma il risultato è sempre lo stesso. San Antonio domina e va all’intervallo lungo con un pesante +22 (33-55).

Highlights Nba Finals 2014, LeBron suona la carica, ma Miami affonda

Gli Heats sembrano rinvigoriti e escono dalla pausa lunga con la voglia di riprendersi la gara. Il braccio armato è sempre quello di LeBron James (29 punti ed 8 rimbalzi finali), il quale porta i suoi quasi a dimezzare lo svantaggio (48-61), ma è il solo a predicare in un deserto di palle perse e canestri sbagliati. Duncan e soci riprendono in mano la gara e volano sul +20. La gara praticamente finisce lì: gli ultimi 12′ sono pura accademia e c’è spazio anche per il nostro Marco Belinelli che arraffa quattro punti e aiuta i suoi a tagliare la linea del traguardo a mani bassissime. Il quinto titolo di San Antonio è dietro l’angolo, ma forse c’è ancora spazio per qualche sorpresa.  Lo scopriremo tra meno di quarantotto ore.

HIGHLIGHTS NBA FINALS 2014, MIAMI HEAT SAN ANTONIO SPURS 86-107

 

 

  •   
  •  
  •  
  •